CIAO ITALIA

  • Uscita: 2012
  • Nazionalità: Italia, Germania
  • Durata: 52'
  • Genere: Documentario
  • Regia: Barbara Bernardi , Fausto Caviglia
Guarda il trailer
Una giovane famiglia napoletana, un architetto fiorentino, un ortopedico di Bologna. E un tedesco lucido e nostalgico che ama l'Italia, ma da lontano. Questo è il cast di un documentario che da Berlino guarda all'Italia e a quegli italiani che hanno deciso di andarsene. Non emigranti né fuggiaschi, ma veri e propri esuli che cercano un'isola felice per ritrovare la vita che volevano e che il proprio paese ha negato loro. Da qui muove il film di Bernardi e Caviglia, uno sguardo sulla crisi, emotiva e sentimentale prima ancora che economica. Perché questo è Ciao Italia, uno spaccato di vita che ci rivela l'inadeguatezza del nostro paese attraverso gli occhi di chi non ha più potuto e voluto combattere, di chi ha deciso di cercare felicità e realizzazione altrove.
Un documentario particolare, una mozione degli affetti e degli effetti della fuga - cospicua - di connazionali che cercano nella capitale della Germania unita una nuova possibilità. Quella, l'ultima, che pensano, forse a ragione, d'aver perso in Italia. Bernardi e Caviglia incorniciano queste storie - sei, c'è anche il maturo organizzatore culturale e l'impiegata di Bolzano - all'interno di scelte visive "urbanistiche", mostrando panorami e palazzi berlinesi su un tappeto sonoro accattivante, e di una direzione narrativa ben precisa, quella di chi, esasperato, se n'è andato. Così la forza e la debolezza del documentario si riassumono facilmente in un unico elemento, quello di una semplificazione estrema di una decisione complessa, l'esilio volontario. Seguiamo la rabbia sconsolata di chi si sente straniero ovunque: nella nuova terra, di cui non conosce neanche l'idioma, e nella vecchia, che l'ha respinto. Così la coppia partenopea rivela un amarissimo astio per quella Napoli che li ha allontanati e persino l'architetto e l'ortopedico "mitizzano" Berlino a scapito delle pur vivibili Firenze e Bologna. Il problema, come dice la giovane madre, è "che l'Italia è malata, e io non sono un medico". Vogliono guarire questi uomini e donne che da questo paese se ne vanno come se avvertissero un'imminente Apocalisse.
Risulta chiaro nell'urgenza della coppia napoletana, che sente il bisogno di "salvare" almeno i propri figli dall'immobilismo tricolore, dalle raccomandazioni che intasano ogni speranza, da un mix di stress e cialtroneria che ben viene raccontato da Mirko, unico testimone teutonico di quest'opera cinematografica. Ciao Italia è una storia di 50 minuti circa, di dichiarazioni d'amore e odio per un paese agonizzante, "suicidato" dalla propria inettitudine e dal proprio autolesionismo travestito da furbizia. E pesa, forse, in tutto il film, una ricerca di continue scorciatoie narrative, dovuta all'apoditticità di tante affermazioni di questi esuli. Ma forse, in fondo, non potrebbero esprimersi altrimenti: hanno avuto il coraggio che noi, finora, non siamo riusciti a trovare. Giusto è che lo rivendichino, anche con giudizi feroci e grezzi. Perché purtroppo forse esagerano nel glorificare la Germania e massacrare il proprio paese natale (e Napoli, qui spauracchio principe), ma non sbagliano.
Ciao Italia ci dice soprattutto che quegli uomini e quelle donne ci mancheranno. Ma anche che fanno bene a starci lontano.
ENCICLOPEDIA DEL CINEMA
Cerca tutti i film che ami di più!
TROVA CINEMA
Scopri tutti i film nella tua città

VIDEO


Tutti i marchi Sky e i diritti di proprietà intellettuale in essi contenuti, sono di proprietà di Sky international AG e sono
utilizzati su licenza. Copyright ©2017 Sky Italia - P.IVA 04619241005 - Segnalazione abusi

Hai dimenticato i tuoi dati di accesso? Clicca qui

Non sei registrato? Registrati ora

Recupera il tuo Sky iD
Recupera il tuo Sky iD
Recupera password
Ti informiamo che a breve riceverai una e-mail che ti permetterà di modificare la tua password
Aggiorna indirizzo email
Calcola codice fiscale
Aggiorna indirizzo email
E' stata inviata una email di conferma al nuovo indirizzo che hai specificato, la procedura di aggiornamento sarà completa non appena selezionerai il link di conferma.
Aggiorna indirizzo email
Si è verificato un errore durante la procedura di aggiornamento. Riprovare più tardi
Caricamento in corso...