La notte che Jenna uscì dalla tomba - E' dai tempi della crudele contessa Elizabeth Bàthory  (omaggiata da Eli Roth in Hostel 2) che la voce del sangue risulta un irresistibile richiamo per femmine procaci dalle curve pericolose dai sadici istinti.
Sicché, dopo le mitiche "Sukia" e "Jakula", (icone pruriginose del fumetto erotico degli anni 70/80) è il turno dell'ex pornostar bisessuale Jenna Jameson coniugare l'orrore con l'amore.

Certo, Zombie Strippers, interpretato e diretto da Robert - Nightmare - Englund,   non è (ahimé) un remake di Le notti erotiche dei morti viventi di Joe D'Amato.
Insomma niente sequenze hard o porno. Siamo piuttosto dalle parti di Tromaville o di Planet Terror, con un gruppo di spogliarelliste mozzafiato  contagiate da un virus creato dal governo americano, e trasformate in fameliche zombie ghiotte di carne umana. Tuttavia, Jenna,nel ruoli della risoluta lapdancer Kat,  è sempre un bel vedere, una bambolona talmente sexy da far resuscitare i morti, come si evince dalla fotogallery ( tratta dal sito Egostatic! ) e dal trailer non non censurato qui sotto.