Dopo un'attesa di trent'anni, il capolavoro di Adriano Celentano torna in laguna. Realizzato nel 1975 e ambientato a Venezia Yuppi Du fu all'epoca un evento straordinario e un grandissimo successo di pubblico.
Un opera assolutamente rock, tant'è che quando chiesero ad Adriano cosa significasse il titolo, l'artista rispose. " Tutto e niente, è un grido d'amore, di gioia, di dolore. In tutte le lingue del mondo."
E ora grazie al Clan Celentano e a SKY questo grido puo essere ascoltato dalle nuove generazioni in tutta la sua forza comunicativa e sconvolgente modernità. Non a caso sara proprio Celentano a consegnare il Leone d'oro a Ermanno Olmi, un altro genio consapevole di quanto sia  "scandolosa" la forza rivoluzionaria del passato.

Ispirato a un fatto di cronaca realmente accaduto,  Yuppi Du racconta la storia di un barcaiolo veneziano (Adriano Celentano) che, dopo essersi sposato per la seconda volta (la seconda moglie Adelaide è interpretata da Claudia Mori), scopre che la prima moglie non è affatto morta come si credeva. La donna è infatti scappata con un milionario a Milano e malgrado i tentativi di riconquista del barcaiolo non sembra pentirsene.

Guarda l'intervento di Adriano Celentano al Lido nel servizio di SKY TG24




Qui sotto trovate il video di Yuppi Du. Sotto, invece, c'è la spassosa sequenza iniziale di Segni Particolari: bellissimo, programmato in settembre su Raisat Cinema