Ghostbuster, uno dei film simbolo degli anno ottanta potrebbe tornare per la terza volta sullo schermo (il non riuscitissimo secondo capitolo risale al 1989). La notizia a dire il vero non è nuovissima. E' infatti da oltre quindici anni che si parla di un potenziale trequel al film di Ivan Reitman. Ma ad aver sempre posto il veto ad ogni progetto in questo senso è sempre stato Bill Murray, un attore molto più rigoroso di quanto lasci sospettare. "Quello che c'era da dire con la comicità un po' surreale di Ghostbuster è già stato detto con i primi due" è a grandi linee il pensiero di Murray sull'argomento e a niente sono valsi gli inviti degli scorsi anni lanciati dal socio Dan Aykroyd.

Ora però Variety lancia la notizia che la Columbia Pictures, che detiene i diritti sui personaggi, avrebbe assunto gli autori di The Office (versione americana) Lee Eisenberg and Gene Stupnitsky, per scrivere una sceneggiatura con lo scopo di riunire il cast originale: Harold Ramis, Dan Aykroyd, Bill Murray ed Ernie Hudson. Il compito che attende i due autori è enorme. Le sceneggiature dei due film originali, infatti, è di Dan Aykroyd e Harold Ramis, due autori difficilmente immitabili o equagliabili. Basta pensare alla ricchezza di battute, gag e situazioni di cui è infarcito il Ghostbusters originale e che sopravvivono ancora oggi nel vissuto comune di una generazione. Chi non ha mai sentito parlare di Gozar il Gozariano?

In un recente numero di Empire
, la nota rivista inglese dedicata al mondo del cinema, nel quale si celebrava l'anniversario di Ghostbuster e Gremlins (due film non solo usciti lo stesso anno, ma girati in due studi attigui) Ramis ha affermato che quello degli Acchiappafantasmi è forse l'ultimo esempio di pure libertà creativa del cinema comico. Rilegendo oggi il loro script molto battute verrebbero cassate dagli executives delle Major perchè "non comprensibili dal pubblico". Ramis citava ad esempio il monologo di Rick Moranis posseduto da uno spirito malefico, un monologo che non vuol dire nulla, divertentissimo, ma considerato inaccettabili dagli standard iper-produnti dei produttori di oggi.


Gozer il viaggiatore, egli giungerà in una delle sue forme prescelte; durante la rettificazione dei buldronai, egli giunse come un vasto semovente thord, poi, durante la riconciliazione degli ultimi supplicanti mecketrex, scelsero una nuova forma per lui, quella di enorme sllooooooar, molti shub e zuul perirono arrostiti nelle profondità dello sloar quel giorno, giuraddio...