Quando entra in campo Will Smith, non ce n'è più per nessuno. Anche in Italia, dove i suoi film sono sempre successi annunciati. E per la seconda settimana di seguito, il suo Hancock diretto da Peter Berg si aggiudica il primo posto incassando quasi due milioni e mezzo di euro. Arrivando alla cifra di oltre nove milioni. Ma i fratelli Coen, in sala da Venerdì scorso con Burn After Reading - A prova di spia, non sono andati affatto male. Pur se giunto secondo, ha ottenuto la media più alta per copia e proprio come negli Stati Uniti il film ha segnato il miglior weekend d'apertura per un film diretto dalla coppia di registi: quasi due milioni di euro.

Un milioncino anche per Kung fu panda doppiato da Fabio Volo, che scende al terzo posto assestandosi però su un notevole incasso totale di 15 milioni di euro. Seguono tre film italiani: Il papà di Giovanna di Pupi Avati guadagna 700 mila (e rotti) euro, Un giorno perfetto di Ferzan Ozpetek poco più di 300 mila. La vera sorpresa è Pranzo di Ferragosto di Gianni Di Gregorio, al sesto posto nonostante il ristretto numero di sale, al di sopra di due film americani appena usciti come The clone wars e The rocker - Il batterista nudo.

Al box office americano invece il botto l'ha fatto Lakeview Terrace, diretto da Neil LaBute con Samuel L. Jackson. Il nuovo campione ha incassato nel weekend 15 milioni di dollari, riuscendo a scalzare il film dei Coen che ne ha guadagnati solo 11, e che si assesta sui 36 milioni. Al terzo posto c'è un'altra sorpresa: la commedia My Best Friend's Girl, che esordisce con 8.3 dignitosissimi milioni di dollari, seguito dal film di animazione Igor e da Righteous Kill con la coppia De Niro/Pacino.