Il Festival di Cannes sembra aver trovato il suo favorito. Looking for Eric, il film di Ken Loach con Eric Cantona, è stato accolto da applausi scroscianti fin dalla prima proiezione della stampa. La storia di Eric, un postino in crisi con lavoro e famiglia, salvato dall'apparizione magica e un po' lisergica di Eric Cantona, suo mito calcistico, ha commosso e divertito pubblico e stampa.

Il regista inglese, abiutato a raccontare storie molto drammatiche e serie ha raccontato così la sua (momentanea) svolta stilistica "Dopo tanti film seri avevo voglia di farne uno che finisse con il sorriso". Ma Looking for Eric non è certo un allontanamento dai temi cari al regista di Piovono Pietre: "La commedia èuna tragedia con l'happy end finale - ha spiegato Loach - una storia come questa  poteva restare tragedia e ho voluto che gli attori recitassero con la massima verità possibile", con un risultato a volte  persino comico.

Ed Eric Cantona come ha vissuto questo cambio di campo?  "Amo il cinema di Loach, sono un appassionato di film, adoro  quelli di Pasolini - ha detto Cantona, che si e' ritirato nel  '97 ed è tornato in Francia dove fa l'attore anche per la tv - ma mai mi sarei  aspettato di venire un giorno qui a Cannes. Ho avuto due grandi  allenatori nella vita: Alex Ferguson e ora Ken Loach. Non  escludo di continuare con la stessa passione che ho messo per il calcio".

Clicca qui per la fotogallery del red carpet con Eric Cantona e Ken Loach

Sei appassionato di cinema? Scopri come vincere un viaggio ad Hollywood e tanti fantastici premi.