Arriva in Italia Uomini che odiano le donne, il primo film tratto dalla trilogia Millenium dello scrittore svedese Stieg Larsson. I libri di Larsson, pubblicati per la prima volta in Svezia nel 2004, sono cresciuti, grazie al passaparola, in pochi anni diventando un caso letterario, prima in Francia e poi in tutta Europa. Il povero Larsson non ha potuto però godere del successo internazionale dei suo romanzi. E morto, infatti, a solo 50 anni nel 2004 a causa di un attacco cardiaco. La ragazza che giocava col fuoco e La regina dei castelli di carta i due successivi romanzi della trilogia dovrebbe arrivare sul grande schermo entro la fine del 2009, essendo stati girati insieme al primo.

Uomini che odiano le donne racconta le indagini di Mikael Blomqvist, un giornalisti economico caduto in digrazia, e Lisbeth Salander, una giovane e introversa hacker, nei segreti della ricca famiglia Vanger. Quarant'anni prima la giovane Harriet Vanger è scomparsa senza lasciare tracce e Henrik Vanger, il vecchio patriarca, non riesce a darsi pace. Ma quella che inizia come una ricerca storica diventa ben presto un indagine vera e propria, ricca di pericoli e colpi di scena, che scoprirà misteri che affondano in profondità inesplorate.

Centrale nel romanzo di Stieg Larsson è la condizione delle donne in un paese considerato all'avanguardia come la Svezia. Da giornalistà, qual'era, Larsson approfitta del thriller per gettare una luca sugli aspetti più cupi della società svedese, sui sopprusi e le violenze impunti verso le donne e su una certa complicità maschile che tende a nascondere la maggior parte di questi casi.

Qui sopra il trailer del film, mentre qui sotto due clip tratte da Uomini che odiano le donne.





Sei appassionato di cinema? Scopri come vincere un viaggio ad Hollywood e tanti fantastici premi.