di Paolo Nizza

Anche se dopo 1971, ha interpretato più di 50 film, tra cui lo scandaloso Io, Galigola, nell'immaginario collettivosara sempre il drugo Alex De Large di Arancia Meccanica
Quella tuta bianca, quella bombetta nera e quel ciglio finto sono diventati parte integrante della sua personalità.
Ogni volta che compare sul grande o piccolo schermo ci si aspetta sempre che canticchi "Singing' in the Rain" fulmini la platea con queste parole:

"Eccomi là. Cioè Alex e i miei tre drughi. Cioè Pete, Georgie e Dim. Ed eravamo seduti nel Korova Milk Bar, arrovellandoci il gulliver per sapere cosa fare della serata. Il Korova Milk Bar vende latte+, cioè diciamo latte rinforzato con qualche droguccia mescalina, che è quel che stavamo bevendo. È roba che ti fa robusto, e disposto all'esercizio dell'amata ultraviolenza."

E il buon vecchio Malcolm sa benissimo, al pari del suo alter ego cinematografico che "i cervelluti si affidano all'ispirazione.
Tant'è che in un intervista di un paio di anni fa, a proposito della sua partecipazione aa , dichiarò:

"A 28 anni non ero mica un profeta, mi pareva un buon film e basta. Non immaginavo che sarebbe diventato eterno: sono stato fortunato, ed è bello essere sempre ricordato soprattutto per quel ruolo, anche da generazioni e persone tanto diverse. Nessun rimpianto, ci mancherebbe... "


D'altronde, fu proprio McDowell a inserire il famoso motivo del musical di Gene Kelly che accomapgna la scena dello stupro della moglie dello scrittore. Senza dimenticarsi che Malcolm si incrinò una costola e rischio l'annegamento durante le riprese.

Insomma senza di lui l'arancia meccanica avrebbe avuto un sapore diverso e probabilmente peggiore
Per cui nuon compleanno e grazie di esistere Malcolm, vecchio drugo felicemente imprigionato in un ruolo indimenticabile.

Guarda la fotogallery di Arancia Meccanica

Guarda il trailer di Arancia Meccanica