Sandra Bullock è ancora viva e vegeta grazie all’incasso di The Proposal (da noi Ricatto d’amore dal 4 settembre). Il suo ritorno alla commedia romantica ha del miracoloso. The Proposal segna il miglior weekend d’apertura della sua carriera e un numero 1 in classifica al quale non era più tanto abituata. La commedia preistorica definita tale anche da un punto di vista comico da gran parte della critica Year One non è in partita anche se si piazza a un rispettoso quarto posto. Il box office Usa, nel complesso, è contento. The Proposal vince grazie a $34.1 milioni di dollari quasi doppiando l’ultimo numero 1 della Bullock Premonition che nel 2007 aveva piazzato un’apertura da 17.6M. Si trattava di un thriller sovrannaturale. Negli anni ’90 la Bullock apriva intorno ai 13-17 milioni. The Proposal è anche la commedia sentimentale più redditizia del 2009 massacrando i 27.8 milioni de La verità è che non gli piaci abbastanza. The Proposal ha registrato l’ottima media per sala di 11,163 dollari da 3,056 schermi. 63% del pubblico donne, 86% sopra i 18, le coppie il 71%. Critica divisa ma soggetto interessante: la Bullock è il boss canadese di una casa editrice che finge di essere fidanzata con il suo assistente (Ryan Reynolds: è canadese di nascita) per poter evitare di essere espulsa dagi Stati Uniti. Scelta saggia da parte della Bullock di evitare le commedie romantiche per qualche anno e sparire dalla circolazione. Il pubblico americano, evidentemente, sentiva la sua mancanza. L’ultima commedia romantica che l’aveva vista domiare era Piovuta dal cielo che nel marzo 1999 passò due settimane al primo posto in classifica. Ottima tenuta per Sandra. Ancora bene la commedia del blackout maschile in quel di Las Vegas Una notte da leoni che perde solo il 18% per arrivare in soli 17 giorni all’impressionante cifra di $152.9 milioni di dollari. La Warner gioisce. Questi trentenni americani repressi e casinari soprassano anche Gran Torino ($148.1M) per diventare la pellicola più fortunata dopo 300 che nel 2007 fece 210.6 milioni di dollari. Allo stato attuale delle cose Una notte da leoni potrebbe arrivare a superare i $250 milioni interni. Senza effetti speciali, 3D e un cast milionario. Farà riflettere più di qualche executive. Regge ancora benissimo anche Up della Pixar/Disney che con i suoi 21.3 milioni di dollari nel suo quarto weekend perde solo il 31% arrivando in 24 giorni a 224.1 milioni di dollari. L’ultimo capolavoro di John Lasseter & Co. si appresta a superare Alla ricerca di Nemo, il più grande successo nordamericano della Pixar. Momento dela commedia nel box office. Al quarto posto troviamo il veicolo per la coppia Jack Black-Michael Cera Year One che esordisce con dignità con 20.2 milioni e 6,684 dollari di media per sala. La commedia PG-13 che vede due cacciatori partire per un’esplorazione del mondo preistorico dopo essere stati cacciati dal loro villaggio potrebbe estinguersi presto quando la settimana prossima uscirà Transformers: La vendetta del caduto. Non tiene bene il thriller con rapina al treno The Taking of Pelham 123. Il film con la coppia Denzel Washington-John Travolta perde il 52% per arrivare a un incasso complessivo in dieci giorni di 43.3 milioni di dollari. Di solito Washington non perde così tanto al secondo weekend: Man on Fire (34%), Inside Man (47%) e American Gangster (45%) avevano fatto meglio. Per essere considerato un successo Pelham dovrà appellarsi al box office internazionale visto che finirà intorno ai 65-70 milioni interni a fronte di un budget di 100 milioni escluso il marketing. Seguono al quinto e sesto posto due franchise che reggono bene come Una notte al museo 2 e Star Trek, rispettivamente arrivati a 156 e 239 milioni di totale in Usa. Due grandi protagonisti del Saturday Night Show crollano con le loro ultime commedie: Will Ferrell si ferma con Land of the Lost a un misero totale di 43.7 mliioni di dollari al terzo weekend mentre Eddie Murphy con Imagine That (da noi Immagina che, dal 31 luglio) raggranella solo 11.4 milioni di dollari dopo 10 giorni. Terminator Salvation non si salva dalla delusione con i suoi miseri 119.5 milioni di dollari domestici. Lo stroncato dalla critica ritorno a New York di Woody Allen Whatever Works fa bene nell’esordio in poche sale. Vedremo come si comporterà quando Sony Classic lo espanderà in più sale. La Top Ten fa 136 milioni superando di un 2% quella dello scorso anno e di un buon 12% quella del 2007.

USA 23 giugno
1    The Proposal (2009)  $34.1M  $34.1M
2    The Hangover (2009)  $26.9M  $153M
3    Up (2009)  $21.3M  $224M
4    Year One (2009)  $20.2M  $20.2M
5    The Taking of Pelham 1 2 3 (2009)  $11.3M  $43.3M
6    Night at the Museum: Battle of the Smithsonian (2009)  $7.3M  $156M
7    Star Trek (2009)  $4.7M  $239M
8    Land of the Lost (2009)  $3.98M  $43.7M
9    Imagine That (2009)  $3.1M  $11.4M
10    Terminator Salvation (2009)  $3.07M  $120M

Il trailer di The Proposal