di Paolo Nizza

Clicca qui per la fotogallery del film

In attesa di scoprire se Public Enemies vincerà la sfida al box office contro L'era Glaciale III e Transformers 2, in occasione del week-end dell’Independence Day, il film di Michael Mann si gode il plauso pressoché generale della critica.

Per Ian Nathan  della rivista Empire il film è cosi complesso e stimolante che meritebbe di essere visto una seconda volta per apprezzarlo appieno.

Manojla Dargis sul  New  York Times definisce Nemico Pubblico "bellissimo e profondo. Un’opera d’arte", mentre Kenneth Thuram del Los Angeles Times parla di un film che cattura con la bellezza delle sue immagini.

Per Peter Travers di Rolling Stones, si tratta di una pellicola esplosiva come la dinamite usata a più riprese da Dillinger nel film.
Entusiasti anche Matthew Sorrento di Film Threat, per il quale Nemico Pubblico rappresenta uno dei punti più alti della narrativa americana, e Robert Calvert di Premiere

Più moderato nel giudizio il decano della critica d’oltreoceano Rogert Ebert che sul Chicago Sun Times  parla di buon film e non di capolavoro pur sottolineando le superbe performance di Johnyy Depp e Christian Bale.

Di tutt’altro avviso Todd McCarthy di Variety che non ha gradito l’interpretazione fredda e controllata di Depp.
Anche  Dan Zak del Washington Post non ha amato  il tono  quasi sommesso scelto per il film pur riconoscendo la maestria e il fascino delle inquadrature architettate da Michael Mann.

In attesa dell'uscita nelle sale italiane di Nemico Publico godetevi il trailer