di Francesco Chignola

Un anno e mezzo dopo l'uscita nelle sale britanniche, St. Trinian's arriva il 10 giugno in Italia: una commedia adolescenziale tutta inglese ambientata in una scuola creata per "contenere" le ragazze più anarchiche e incontrollabili. Un nome, quello della scuola, che dà il nome al film, e che dalle nostre parti farà suonare ben pochi campanelli. Ma che è una vera istituzione nel Regno Unito.

St. Trinian's infatti nasce nel 1941 come striscia a fumetti firmata da Ronald Searle, un apprezzatissimo artista e vignettista nato nel 1920 a Cambridge, di cui il ciclo dedicato alle ragazze terribili rimane l'opera più celebre, almeno in patria. La scuola, ispirata vagamente alla quasi-omonima St Trinean's di Edimburgo, rappresentava un ribaltamento satirico delle istituizoni scolastiche britanniche, piena di humor nero, giovani ragazze armate fino ai denti e tabagiste, e cadaveri come se piovessero. L'opera divenne una serie di libri usciti tra il 1948 e il 1953.

Ma era inevitabile che dopo la Seconda Guerra Mondiale (a cui Searle stesso partecipò, finendo prigioniero a Singapore: ma è ancora vivo per raccontarlo) il fumetto sbarcasse anche al cinema. The Belles of St Trinian's uscì nel 1954: prima parte di una quadrilogia molto popolare continuata con Blue Murder at St Trinian's (1957), The Pure Hell of St Trinian's (1960) e The Great St Trinian's Train Robbery (1966). Tutti film inediti in Italia tranne quest'ultimo, che arrivò con il titolo La rapina più scassata del secolo.

Un primo tentativo di rinverdire la saga avvenne nel 1980 con The Wildcats of St Trinian's, che fu però un insuccesso. Adesso le ragazze terribili di Ronald Searle sono tornate sugli schermi, e ovviamente si sono riadattate ai tempi, soprattutto nel look, che strizza l'occhio alle sottoculture di oggi, e nei gusti musicali: la "girl band" delle Girls Aloud ha scritto un tema appositamente per il film e appare persino in un cameo.

Il fiore all'occhiello del film, accanto a un cast composto da molte delle più belle e talentuose giovani attrici inglesi (Talulah Riley e Gemma Arterton in testa), sono i tre attori principali: Colin Firth nella parte del Ministro dell'Educazione, l'attore comico Russell Brand, e soprattutto Rupert Everett. Che interpreta un doppio ruolo: quello di Carnaby Fritton e quello, ben più complesso, di sua sorella, la direttrice della scuola, Miss Camilla Fritton. Da non perdere il cameo di Caterina Murino, insegnante sexy e perfida in tacchi a spillo e gonna di pelle.


Guarda la fotogallery di Caterina Murino