di Francesco Chignola

Per filmare come si deve una scena di sesso all'interno di un film ci vuole un bel talento. Ci sono registi che sono particolarmente bravi e altri che hanno la mano un po' pesante. Figuriamoci per riprendere la conclusione (ideale) del rapporto sessuale: l'orgasmo. Lì basta un nonnulla per finire nel ridicolo involontario. Ma più spesso è colpa degli attori: probabilmente quando "tocca a loro" si dimenticano cosa si prova con quelli autentici.

Il blog della rivista Spout ha provato a stilare una classifica dei 10 peggiori orgasmi cinematografici. La cosa più sorprendente è che in testa alla lista (nera) c'è una delle scene più famose della commedia americana - e probabilmente l'orgasmo più celebre di sempre, quello simulato da Meg Ryan in un diner dopo una chiacchierata con Billy Crystal, per dimostrare che "a tutte le donne, prima o poi, capita di fingere". Quelli di Spout vogliono demitizzarla, ma noi la amiamo alla follia: e ci piace sempre rivederla. Ecco il video.



Tra le altre posizioni ci sono classici istantanei come la bollentissima sequenza in piscina di Elizabeth Berkeley in Showgirls o quella di 40 giorni & 40 notti per cui Shannyn Sossamon viene derisa dalla redazione di Spout - incredula del fatto che Josh Hartnett riesca a farle avere un orgasmo senza nemmeno sfiorarla. C'è anche la scena di sesso intervallata da un flashback violento in Munich, scena diventata immediatamente "scult" (soprattutto per via dell'espressione di Eric Bana durante l'orgasmo) nonostante fosse inserita all'interno di un film davvero valido com'è quello di Spielberg.

Tra le altre scene citate nel post c'è anche l'orgasmo provocato a Jennifer Aniston da Jim Carrey, in possesso dei poteri di Dio in persona in Una settimana da Dio. Eccola:



Infine, tra i video, non poteva mancare questa sequenza di Porky's: la protagonista del rumorosissimo e demenziale orgasmo è Kim Catrall, che qualche anno più tardi diventerà una delle protagoniste - e guarda un po' quale - della serie tv Sex & the city.