di Francesco Chignola

Come ogni estate, meno di un mese prima che si aprano le danze alla Mostra del Cinema di Venezia, nella vicina Svizzera c'è un festival che è l'antico ritrovo e la fuga di migliaia di appassionati della settima arte - e senza bisogno di lustrini e grandi passerelle. Si tratta del Festival di Locarno, arrivato quest'anno alla sua sessantaduesima edizione.

E anche quest'anno il clou della manifestazione si svolge nella Piazza Grande della località, dove viene allestito uno schermo che è tra i più grandi del mondo: 26 metri di lunghezza e 14 di altezza. Davanti al gigantesco schermo si potranno sedere ogni giorno, tra il 5 agosto e il 15, ben ottomila spettatori, facendo di Locarno qualcosa di più che una semplice rassegna estiva. L'anno scorso la manifestazione ha contato 180 mila spettatori, di cui 56,700 nella Piazza Grande.

La scelta dei film è poi francamente impressionante, anche se la parte del leone la fanno proprio queste proiezioni all'aperto. Tra esse, particolare risonanza ha il film di apertura, la commedia indie 500 days of summer, con Joseph Gordon-Levitt e la diva del cinema indipendente Zooey Deschanel, che lo scorso inverno ha conquistato il pubblico del Sundance e ha fatto letteralmente innamorare la critica statunitense.

E molto altro ancora: ci sono ben due concorsi per lungometraggi (uno dei quali è il Concorso Cineasti del Presente) e due concorsi per cortometraggi, uno dei quali dedicati alla sola Svizzera, una ricchissima retrospettiva dedicata al cinema d'animazione giapponese, un workshop, e molto altro ancora. Tra i premi che vengono consegnati ogni anno spicca il Pardo d’oro, ovvero il Gran Premio del Festival, della Città e della Regione di Locarno, consegnato nel 2008 a Parque Via di Enrique Rivero.

Ma c'è anche un premio alla carriera, il Pardo D'Onore. Che quest'anno verrà consegnato al grande regista William Friedkin, quello de L'esorcista, a cui il Festival renderà omaggio proiettando nella Piazza Grande quello che forse è il suo capolavoro: Vivere e Morire a Los Angeles.

Guarda la fotogallery dei film proiettati nella Piazza Grande