di Francesco Chignola

Fino a qualche anno fa il cinema di Hayao Miyazaki e dello Studio Ghibli nel nostro paese era appannaggio di una cerchia ristretta di appassionati di animazione, di anime e di giapponeserie. Poi tra il 2000 e il 2001 sono arrivati Principessa Mononoke e La città incantata, e il meraviglioso mondo del maestro si è dischiuso di fronte agli occhi di milioni di appassionati. Anche grazie ai successivi Il castello errante di Howl e Ponyo sulla scogliera, che hanno trovato immediatamente un posto nelle nostre sale.

Ma c'era un film che stava particolarmente a cuore ai fan di Miyazaki e che non aveva ancora trovato un posto nemmeno negli scaffali delle nostre videoteche, costringendo gli appassionati ad acquistarne online le edizioni straniere o addirittura a dotarsi delle versioni sottotitolate in italiano che circolavano da anni nella rete. Il film è Il mio vicino Totoro, ed è autenticamente uno dei massimi capolavori del regista: un canto di pace tra l'uomo e la natura che riempie il cuore di gioia e di emozioni come pochissimi film al mondo riescono ancora a fare. Esclusi, ovviamente, i film di Miyazaki.

La rete è ovviamente impazzita per la notizia, anche perché il "popolo della rete" (che spesso ci vede più lungo dei distributori) è da sempre popolato di grandi fan di Miyazaki. La sua page di Facebook conta la cifra impressionante di quasi 160mila fan e altrettanti sono i fan di Totoro, il peloso e dolcissimo protagonista del film. Sul social network c'è anche un gruppo di soli italiani, e anche tra gli utenti italiani di Twitter è possibile vedere come sia accolto l'arrivo di Totoro nelle sale. Mentre per quanto riguarda i fan italiani sul web, si raccolgono soprattutto intorno al sito Studio Ghibli Essential.

La notizia dell'uscita italiana iniziò a circolare ormai un anno fa, con un'intervista in cui Lucky Red prospettava una riedizione per le sale di tutto il cinema dello Studio Ghibli, al ritmo di due film all'anno. E ora è il turno di Totoro, che finalmente esce nelle sale italiane il 18 settembre 2009. Se si pensa che la data di uscita in patria fu il 4 novembre 2008, si rimane impressionati. Tanto più perché Il mio vicino Totoro è un film talmente universale da non sembrare invecchiato nemmeno di un giorno, e conserva ancora quell'inesplicabile magia che l'ha reso immortale.

Benvenuto in Italia, Totoro. E mi raccomando, non fate arrabbiare gli otaku: Totoro si pronuncia Tòtoro. Guarda il trailer