La commissione istituita dall'Anica ha fatto la sua scelta: sarà Baarìa di Giuseppe Tornatore a rappresentare l'Italia agli Oscar 2010. La saga di una famiglia siciliana dagli anni del fascismo fino ai giorni nostri è stata preferita a Vincere di Marco Bellocchio,  Fortapasc di Marco Risi, Il grande sogno di Michele Placido e Si può fare di Giulio Manfredonia.

Essere stati selezionati non significa essere candidati. Ogni paese infatti propone agli Academy Award un film prodotto nell'arco dell'anno. Da questa lista, composta all'incirca da 150 titoli (tanti quanti i paesi che partecipano) i circa 3000 membri dell'Academy voteranno i loro preferiti e i cinque film con più voti diventano i cinque candidati in lizza per l'Oscar come miglior film straniero.

I membri dell'Academy, un ente che riunisce molti professionisti che lavorano a Hollywood, dai registi fino ai tecnici, esprimeranno i loro voti durante il mese di gennaio e il 2 febbraio verranno resi noti i titoli candidati alla Notte degli Oscar. Le statuette verranno consegnate il 7 marzo del 2010.

Leggi anche:
Baarìa in testa al boxoffice

La fotogallery di Baarìa
Baarìa: le interviste ai protagonisti