di Francesco Chignola

Tutto si può dire di Zob Zombie, tranne che non sia una persona eclettica e piena di interessi. Nato 44 anni fa a Haverhill, nel Massachusetts, Robert Bartleh Cummings fonda la band degli White Zombie nel 1985. Ma dal loro scioglimento, 11 anni fa, si dedica anche ad altro. Diventando uno dei registi americani più apprezzati dagli appassionati del cinema di genere grazie ai due film La casa dei 1000 corpi e La casa del diavolo: il primo radicalizza i canoni dell'horror statunitense contemporaneo, il secondo riprende gli stessi personaggi in un contesto che sembra uscito dritto dai capolavori della New Hollywood.

Dopo questi due film, Zombie dedica anima e corpo a far ripartire da capo una delle saghe horror più note di sempre, quella di Halloween: il remake del capolavoro di John Carpenter esce nel 2007, e pur avendo ricevuto critiche non del tutto entusiaste, Zombie decide di insistere e gira anche Halloween II (nelle sale italiane dal 16 ottobre). Ma in mezzo a questi progetti trova il tempo anche per un'altra delle sue passioni: il fumetto. E più precisamente, una serie intitolata The Adventures of El Superbeasto, apparsa nel volume Spookshow International. Il protagonista della serie è un "luchador", un lottatore sudamericano (come quello interpretato da Jack Black in Super Nacho, per intenderci) e se il tutto ricorda le provocazioni del fumetto alternativo americano di Ralph Bakshi, secondo le parole dello stesso autore è "come se Spongebob e Scooby-Doo fossero sconci".

Il film d'animazione tratto dal fumetto, dal titolo The haunted world of Superbeasto, ha avuto una lavorazione travagliata e rimandata per tre anni (a causa soprattutto dell'impegno di Zombie sui due Halloween) durante i quali i costi si sono alzati da mezzo milione fino a 10 milioni di dollari, ma ora ha trovato una distribuzione in DVD. Negli Stati Uniti, ovviamente. E già dando un'occhiata al trailer, completamente folle, ci riesce difficile immaginare che un film così provocatorio, violento e sexy possa trovare una distribuzione nel nostro paese. Ma è senza dubbio una curiosità da tenere d'occhio per i mesi a venire.

Per il doppiaggio del film, che è ambientato all'incirca nello stesso universo di personaggi dei suoi film in carne e ossa, Zombie ha potuto contare su molti collaboratori abituali: prima di tutto la sua bellissima moglie Sheri Moon Zombie, ma anche Sid Haig e Bill Moseley, che tornano nei panni di Capitan Spaulding e Otis. Più un paio di guest star d'eccezione: Paul Giamatti dà la voce al Dottor Satana, mentre a doppiare Velvet Von Black c'è niente meno che Rosario Dawson.

Ecco il trailer. Astenersi anime sensibili.