Natale a Beverly Hills, il controverso  Cinepanettone su cui in questi giorni si e' scatenata anche una polemica politica in relazione ai finanziamenti statali, e' il vincitore della sfida sul primo segmento delle feste: dopo Natale e Santo Stefano, tradizionalmente i giorni più ricchi per il box office, il film di Neri Parenti con  la coppia De Sica-Ghini fa registrare un incasso di oltre 14 milioni di euro (14.097.094), di cui oltre 9 raccolti solo nel week end appena trascorso con una media per sala davvero mostruoso (14.557 euro).

Al secondo posto, con la metà dell'incasso (7.316.566), c'é Io & Marilyn di Leonardo Pieraccioni e al terzo lo scintillante Sherlock Holmes del'ex signor Madonna, Guy Ritchie, che ha incassato 4 milioni e mezzo di euro con una media per sala superiore a Pieraccioni (11.522).

Per il resto, l'animazione tradizionale di La principessa e il ranocchio (quarto) sta facendo meglio del 3D di Piovono polpette (sesto) mentre A Christmas Carol (quinto) ha raggiunto quasi quota 14 milioni di euro totali. Prosegue, all'ottavo posto, il fenomeno Checco Zalone: sfiora i 12 milioni e mezzo di euro.

Rispetto al precedente week end il box office è addirittura raddoppiato (da 12.698.000 euro a 24.483.000) ma rispetto all'analogo week end dello scorso anno è calato del 9,07