Intrighi di sesso, passioni e violenze tra i membri della più influente famiglia italiana ai tempi del Rinascimento. Arriva su Sky Cinema I Borgia, la serie, una co-produzione internazionale in onda il prossimo autunno su Sky Cinema, è destinata a diventare la più scandalosa della nuova stagione televisiva. Domenica 10 luglio, a partire dalle ore 21.10, su Sky Cinema andranno in onda, come gustosa anticipazione, le prime due puntate della serie, che ne prevede in totale 12 e che vedremo dopo l'estate.

Tra i protagonisti troviamo Marta Gastini, unica attrice italiana presente nel cast: interpreta Giulia Farnese. La Gastini dopo aver recitato in Io e Marilyn di Leonardo Pieraccioni e in The Rite, sarà la protagonista del nuovo film Dario Argento Dracula in 3D: "La relazione tra Giulia Farnese, soprannominata La Bella, e Rodrigo Borgia -racconta l'attrice-  inizia che lei aveva circa 15 anni e lui già 60. Era dapprima una relazione di puro interesse, lei lo teneva in pugno con la sua intelligenza e la sua bellezza nonostante la giovane età".

Il servizio di Sky Cine News ci porta a Praga dove sono stati ricostruiti Piazza San Pietro e la Cappella Sistina. Di quest'ultima vedremo anche la distruzione a fine riprese. Sono immagini inedite, prese dietro le quinte e sul set che ci mostrano con quanta dovizia di particolari sia stata ricostruita la Roma rinascimentale. Centinaia di comparse, attori provenienti da ogni angolo del mondo...insomma, come si evince dalle immagini di Sky Cine News, una produzione maestosa per accompagnare nel terzo millennio una delle epoche più affascinanti della nostra storia.

I Borgia, con i loro intrighi, dominarono la scena italiana tra il XV e il XVI secolo, grazie anche allo sfrenato nepotismo di papa Alessandro VI, che cercò di favorire con ogni mezzo i propri figli. Numerosi episodi oscuri, spesso ingigantiti ad artem dagli oppositori, caratterizzarono il pontificato di Alessandro, fornendo materiale per una sterminata letteratura che ancora oggi non si è placata. Si va dal libertinaggio nel Palazzo Apostolico ai presunti amori incestuosi, dall'assassino degli oppositori e dei più ricchi cardinali della curia romana per impossessarsi dei beni, fino al presunto fratricidio di Giovanni da parte di Cesare. Ombre che si addensarono anche nelle campagne militari di Cesare, temuto per la sua ferocia, o nella turbolenta vita matrimoniale di Lucrezia.