Se qualcuno dice "battaglia navale", la maggior parte di noi risponde “B1, B2, affondato!”

Dal 13 aprile le cose cambieranno. Sul grande schermo, infatti, non si tratterà più di un paio di pannelli su cui inserire pioli bianchi e rossi, ma di fronteggiare un’invasione aliena in grande stile.

È la trama di Battleship, kolossal ispirato al popolare gioco da tavolo targato Hasbro.

Ad affrontare la minaccia extraterrestre ci pensa Liam Neeson, nel ruolo dell’ammiraglio Shane: “C’è tutto il meglio del cinema americano. Azione, effetti speciali, tutto ciò che Hollywood fa brillantemente”. Bastano queste poche parole per descrivere il film nella sua essenza. Un kolossal fantascientifico altamente spettacolare che ha potuto contare su un budget mozzafiato: 200 milioni di dollari.

Il ruolo del giovane eroe spetta invece all’astro nascente Taylor Kitsch, reduce da John Carter. “In entrambi i film” spiega lo stesso Kitsch “il mio personaggio affronta situazioni difficili che lo fanno diventare un eroe”. In Battleship, in particolare, è un ragazzo indisciplinato che si ritrova a prendere il comando della flotta.

Ulteriore attrattiva del film è la bellissima Brooklyn Decker, supermodella che dopo aver calcato le passerelle di Victoria’s Secret e posato per Sports Illustrated, prosegue la sua carriera di attrice interpretando la fidanzata di Kitsch, nonché figlia dell’ammiraglio Neeson.

L’altro ruolo femminile è però quello che desta maggior curiosità. Battleship segna infatti l’esordio di Rihanna, che ha preparato con un intenso allenamento il ruolo di una tostissima sottufficiale esperta di armi. Affrontare un alieno a mani nude, d’altronde, non è una missione da poco.

Tutti al cinema, dunque. Da venerdì 13 aprile giocare a battaglia navale non sarà più la stessa cosa.