Vent’anni di carriera e non sentirli.

Tanto è il tempo trascorso dall’esordio di Claudia Pandolfi sul grande schermo, scoperta da Michele Placido e consacrata nel 1997 da Paolo Virzì in Ovosodo. Claudia raggiunge presto il successo anche in televisione, ottiene il Premio Anna Magnani per la sua interpretazione in Quando la notte. E, alla fine, eccola in I più grandi di tutti, commedia rock diretta da Carlo Virzì, fratello di Paolo.

In quest’ultimo film Claudia può dare finalmente sfogo alla sua passione per la musica ma, ahinoi, non alla batteria, strumento che suona e ama davvero.

È Francesco Castelnuovo a raccogliere le sue parole in una divertente intervista, dove Claudia racconta la sua carriera, la relazione col collega Marco Cocci e gli scherzi di Paolo Virzì sul set durante una scena di nudo.

E visto che l’ultimo film cui ha preso parte si intitola proprio I più grandi di tutti, Castelnuovo non poteva non chiedere chi sono, secondo Claudia, i migliori nei rispettivi campi: talenti, registi, attrici.

Ma la Pandolfi non si sbottona, tranne che sulla musica. E rivela una curiosa passione per… Jem e le Holograms, rockstar animate degli anni 80.

Questa è Claudia Pandolfi, attrice capace di interpretare mille ruoli diversi, ma anche simpatica e autoironica.

Appuntamento al prossimo film!