E' ufficiale: si chiamerà "La grande bellezza" (e non L'apparato umano) il nuovo film di Paolo Sorrentino, che oltre al titolo ha già scelto anche alcuni dei suoi protagonisti: ci saranno Toni Servillo che con il regista napoletano ha già girato altre tre pellicole (L'uomo in più, Le conseguenze dell'amore e Il Divo), Carlo Verdone e Sabrina Ferilli.

Primo film di Sorrentino ambientato e interamente girato a Roma, è il frutto di una coproduzione Italia-Francia: Indigo Film e Medusa Film per l'Italia, Babe Films e Pathè, che cura anche le vendite internazionali, per la Francia. Dopo la sortita americana con This Must Be the Place, il regista napoletano torna quindi a concentrarsi sulla realtà nostrana narrando la storia di Jap Gambardella, un giornalista di 65 anni, interpretato appunto da Servillo: un personaggio professionalmente affermato, di un fascino senza tempo, che con il suo lavoro racconta i vari aspetti di una città bella e complessa come Roma, muovendosi tra cultura alta e mondanità.

Una Roma affascinante e degradata, fatta di potenti, presenzialisti, immobiliaristi e contesse, probabilmente con qualche eco del libro "Cafonal" di Pizzi e D'Agostino, su cui Sorrentino stava lavorando qualche anno fa. Il film, le cui riprese inizieranno ad agosto, si avvale del sostegno del Fondo regionale per il cinema e l'audiovisivo della Regione Lazio. Soggetto di Paolo Sorrentino, sceneggiatura firmata dallo stesso Sorrentino con Umberto Contarello. Luca Bigazzi il direttore della fotografia, Stefania Cella e Daniela Ciancio per scene e costumi, Cristiano Travaglioli al montaggio.