Da venerdì 9 a domenica 18 settembre, il canale 304 di Sky si trasforma in Sky Cinema Star Wars, diventando così la casa dei sei gli episodi usciti finora, per la prima volta tutti quanti in alta definizione su un unico canale. Tra questi figura, come è ovvio, anche Una nuova speranza, che pur essendo oggi conosciuto come l'Episodio IV, ha dato il via alla leggenda di Guerre Stellari con la sua uscita cinematografica del 1977. Ecco alcune curiosità sul film.

Tatooine, Tunisia - Il nome del pianeta da cui proviene il giovane Luke Skywalker, Tatooine, deriva da quello di una cittadina tunisina vicina a dove si sono svolte le riprese, chiamata Tataouine.

Invasione aliena - Nel corso delle riprese in Tunisia, la presenza del massiccio sandcrawler dei Jawa sul confine con la Libia ha causato tensione tra le due nazioni.

Dite no al pulito - Durante le riprese del film, George Lucas conduceva una battaglia quotidiana contro l'impresa responsabile delle pulizie del set. Nella sua idea, infatti, le location dovevano dare un'impressione di sporco e di vissuto.

Amici e rivali - Con Una nuova speranza, uscito nel 1977, George Lucas infranse il record al box office stabilito due anni prima dal suo amico Steven Spielberg con Lo squalo. Tuttavia, quest'ultimo riconquistò il primato nel 1982 con E.T. - L'extraterrestre.

Confusione - In un'intervista, George Lucas ha affermato che in origine Han Solo doveva essere un alieno e Luke una ragazza.

Nudisti spaziali - Alcuni membri dello studio di produzione di Una nuova speranza erano preoccupati dal fatto che il peloso Chewbacca il wookie non portasse i calzoni.

Orsi nello spazio - I suoni emessi da Chewbacca nel corso del film sono stati ottenuti per lo più registrando i versi di grossi mammiferi, soprattutto orsi.

Suono stellare - Una nuova speranza è il primo lungometraggio a ricorrere con successo al sistema Dolby Stereo.

Impreparati al successo - L'azienda Kenner Toys, che aveva ottenuto senza troppa convinzione i diritti per produrre una linea di giocattoli di Guerre Stellari, si trovò totalmente impreparata all'enorme successo del film e, di conseguenza, del franchise. Incapace di fronteggiare gli ordini per il Natale, cominciò a vendere dei buoni che solo in un secondo momento sarebbero stati scambiati con le action figure degli eroi di Star Wars.

Tiro mancino - La maggior parte delle guardie imperiali sono mancine, a causa del design delle loro armi.