Con l'Episodio VI - Il ritorno dello Jedi, si chiude la trilogia originale di Guerre Stellari, a cui si legherà anni più tardi quella iniziata con L'Episodio I - La minaccia fantasma. Anche questo sesto episodio è parte integrante di Sky Cinema Star Wars (canale 304), che da venerdì 9 a domenica 18 settembre trasmetterà in alta definizione tutti i gli episodi della saga creata da George Lucas. Ecco alcune curiosità sulla pellicola.

Regia - Neanche questo episodio, come il precedente L'impero colpisce ancora, fu girato da George Lucas. Il produttore pensò inizialmente a David Lynch, che però rifiutò l'offerta per girare, poco dopo, Dune. Dopo che anche David Cronenberg fu consultato per questo lavoro, la regia fu infine assegnata a Richard Marquand.

Blue Harvest - Come i precedenti episodi, anche Il ritorno dello Jedi fu inizialmente girato con un titolo fasullo, ovvero Blue Harvest: questo sia per tenere alla larga i curiosoni, sia per evitare che i fornitori alzassero i prezzi per il solo fatto di avere a che fare con la saga di Guerre stellari.

Trucchi - Per evitare fughe di notizie, furono distribuiti alcuni copioni fasulli a membri del cast che si riteneva che potessero rivelare informazioni sull'Episodio VI. E in effetti alcune di queste informazioni sbagliate furono riportate dai media.

Cambi veloci - Nell'Episodio VI l'attore Anthony Daniels ebbe vita facile: per indossare il costume da C3PO gli erano infatti sufficienti dieci minuti, invece delle due ore dei precedenti episodi.

Jabba vale per sei - Il corpo meccanico dell'imponente Jabba the Hut richiedeva di essere azionato contemporaneamente da sei persone.

Grandi classici - Il nome Endor, qui attribuito al pianeta boscoso degli Ewok, compare anche nella Bibbia e ne Il signore degli anelli: nel primo caso è un villaggio, mentre nel secondo corrisponde al modo in cui gli elfi chiamano la Terra di Mezzo.

Spade infedeli - Al momento di cominciare le riprese del film, la troupe si rese conto che tutte le spade laser di Darth Vader erano andate perse oppure erano state rubate. Per rimediare, "convertirono al Lato Oscuro" una delle spade di Luke Skywalker.

Cagnolino feroce
- I versi del mostruoso Rancor nella reggia di Jabba the Hut appartengono in realtà a un bassotto.

Il ritorno della scarpa maledetta - Il team degli effetti speciali sostiene che ci sia una scarpa da tennis in una scena di combattimento spaziale de Il ritorno dello Jedi. Del resto, già in una sequenza de L'impero colpisce ancora comparivano una scarpa e una patata abusive.

Babele - Il linguaggio degli Ewok comprende termini presi dal filippino, così come dal Kalmuck, lingua parlata da alcune tribù nomadi della Cina centrale, e da numerosi altri idiomi.