Gli zombie? Sono più vivi che mai… Tutto merito di The Walking Dead che ha aggiornato il genere all’era di Internet e delle serie tv portandolo ad una diffusione senza precedenti. E già perché se dal punto di vista meramente quantitativo sono forse gli anni ‘70 l’era in cui il cinema si è più interessato ai morti viventi, è negli anni 10 del nuovo millennio che i cadaveri risvegliati diventano completamente mainstream e conquistano tutte le fasce di pubblico. La conferma di questa traiettoria arriva da “The Rise of the Zombie Movie”, un video che racchiude nello spazio di 60 secondi gli 80 anni di storia degli zombi sul grande e piccolo schermo.

The Rise of the Zombie Movie from Fandor Keyframe on Vimeo.


Un’ascesa dall’al di là - Con mirabile sintesi la clip, realizzata da Jacob T. Swinney, parte da “White Zombie”, pellicola del 1932 che viene considerata come il primo esempio di film dedicato ai morti viventi. Ma sarà solo alla fine degli anni ‘60 che le lente e orripilanti creature riemerse dalla sepoltura diventeranno famose. Tutto merito di George A. Romero che nel 1968 con la “Notte dei morti viventi” ha inaugurato una tendenza che ha ispirato decine di titoli nel decennio successivo. Ed è stato sempre Romero, 10 anni, dopo a dare nuovo impulso al genere con “L’alba dei morti viventi” (1978). Il regista, come racconta Swinney, ha trasformato gli zombie in una metafora del consumismo dilagante e dunque in un veicolo di critica sociale.

Ai giorni nostri - Negli anni ‘80 e ‘90 i film sull’argomento diventeranno sempre più estremi, ironici, autoconsapevoli e sperimenteranno innumerevoli variazioni sul tema attribuendo ai protagonisti venuti dall’al di là caratteristiche sempre nuove (alcuni saranno anche veloci…). Una marcia trionfale dalla tomba fino al piccolo schermo culminata nel 2010 quando The Walking Dead sancirà definitivamente l’ascesa degli zombie ad icona contemporanea, capace di catturare l’attenzione di decine di milioni di persone tutte le settimane per ben sei stagioni (la settima è in arrivo per la fine di ottobre).