Tornano le avventure del barrista Massimo, ultimamente sotto goccine, e degli energici bimbi, capitanati da Alessandro Benvenuti e dal suo Emo. “La Loggia del Cinghiale”, questo il titolo del secondo e ultimo appuntamento con le nuove storie de I Delitti del BarLume, andrà in onda lunedì 16 gennaio alle 21.15 su Sky Cinema Uno, e come al solito vedrà Massimo e gli altri coinvolti nell’ennesima indagine.

 

 

 

 

 

I confratelli della Loggia del Cinghiale, rigorosamente incappucciati, sono riuniti per il sacrificio al cinghiale suddetto. Niente di sanguinoso, per carità: si tratta soltanto di un addio al celibato a base di alcool e goliardia. Peccato che in realtà alla fine il morto ci scappi per davvero, e a quel punto al commissario Vittoria Fusco non resta nient’altro da fare che convocare tutti gli incappuciati in commissariato e interrogarli.

 

 

 

 

 

La vera domanda però è: come ci è finito Massimo in mezzo ai confratelli? E cos’è veramente successo? A causa delle goccine, infatti, i ricordi del barrista sono molto confusi, e le cose si mettono male, molto male, per lui. La Fusco, però, non è l’unico problema di Massimo: c’è anche la Tizi, che continua ad avercela a morte con lui. Insomma, al personaggio di Filippo Timi non ne sta andando bene una negli ultimi tempi: amore, lavoro, soldi, sta andando tutto a scatafascio! Eppure una mano tesa e assolutamente inaspettata lo aiuterà a tornare in pista…più o meno!

 

 

 

Piccola curiosità: la Loggia del Cinghiale, come rivelato dallo stesso Malvaldi, esiste veramente, e ha sede a Pisa. E’ formata da seri professionisti che una, due volte l'anno si concedono una giornata senza limiti ne regole. Speriamo non ci scappi il morto anche lì!