Cosa succede quando, dopo avere avuto la fortuna di incontrare l’uomo o la donna dei nostri sogni, si decide di andare a vivere insieme e ci si ritrova a dividere spazio e tempo non solo con lui, ma anche con i suoi figli? Non capita di rado, anzi. Fra separazioni in aumento e prole gestita con l’affido condiviso, la situazione è ormai piuttosto comune. Secondo l’Istat le famiglie allargate in Italia sono quasi mezzo milione con una tendenza decisamente in crescita. Un fenomeno spesso affrontato dalle cronache giornalistiche e che, fra tanti, aveva ispirato anche Simona Izzo nel suo libro Baciami per sempre (edito da Mondadori). Ora quel libro è diventato anche un film dal titolo Lasciami Per Sempre, diretto sempre dalla Izzo e in uscita nelle sale dal 20 aprile grazie a Notorius Pictures.

Qual è la trama. Viola (Barbora Bobulova), compagna di Nikos (Max Gazzè), è una donna che ama decisamente il rischio. Ha deciso infatti di invitare per la festa del figlio ventenne Lorenzo (Andrea Bellisario), in crisi per essere stato abbandonato dalla fidanzata, la famigliona allargata o, come dice lei, il cespuglio genealogico. Ed ecco arrivare: l’ ex marito (Vanni Bramati) di cui Nikos è irrimediabilmente geloso, gli ex cognati, le problematiche sorelle, la giovane nipote depressa, il figlio ribelle di Nikos che gira nudo per il giardino, il padre (Mariano Rigillo) disperatamente ironico che ha da poco tentato il suicidio, il ginecologo di famiglia (Maurizio Casagrande) maniaco sentimentale ex marito della bipolare e agguerrita Carmen (Veruska Rossi), ma anche Yuri (Marco Cocci) fisico teorico pieno di tatuaggi innamorato da sempre di Aida (Valentina Cervi) che però ė sposata con una donna. Non mancheranno ospiti inattesi come la bellissima e tormentata Martina (Myriam Catania) che farà esplodere la già fibrillante festa. In un susseguirsi di sferzate sentimentali, il mucchio selvaggio si confronterà senza esclusione di colpi. Ma alla fine gli ammaccati convitati arriveranno all’amara ma in qualche modo consolatoria conclusione che è sempre meglio uno ‘straccio di famiglia’ che niente è che forse è impossibile lasciarsi per sempre.

Guarda il trailer: