Tutti vogliono qualcosa, soprattutto se sono giovani promettenti e affamati di vita. Di sicuro lo sono i protagonisti di (per l'appunto) Tutti vogliono qualcosa, film diretto da Richard Linklater in prima visione tv martedì 20 giugno alle 21.15 su Sky Cinema Uno.

 

Tutti vogliono qualcosa segue le “avventure” di Jake, un ragazzo che negli anni ’80 si appresta a frequentare il primo anno di college, e di un gruppo di altri talentuosi giocatori di baseball suoi compagni di squadra. Tra aspirazioni, timori e voglia di fare esperienze, i giovani si preparano inconsapevolmente per il passaggio all’età adulta.

 

Dopo l’incredibile Boyhood, acclamato da pubblico e critica, Richard Linklater ritorna a riflettere sul passare del tempo e sulla malinconia, anche se questa volta in maniera differente, più leggera e magari anche canonica, rispetto al precedente progetto che lo ha impegnato per ben 12 anni. 

 

A rendere Tutti vogliono qualcosa non un semplice amarcord di un decennio ormai passato, ma una riflessione di carattere generale su quel momento speciale della vita che segna la transizione - esaltante ma a volte anche difficile - dalla giovinezza alla maturità, è l’abilità di Linklater nel dirigere il cast corale del film.

 

Gli interpreti della pellicola, giovani e promettenti proprio come i ragazzi da loro interpretati, danno corpo all’inquietudine di questa età di passaggio. Da Blake Jenner (Glee) a Ryan Guzman (Step Up), passando per Zoey Deutch (Vampire Academy), risulta evidente come tutti quanti vogliano dare il massimo sotto la guida di un regista che, lo dimostrano i tre film girati nel corso dei decenni con Ethan Hawke e Julie Delpy a partire da Prima dell’alba, ci tiene ai suoi attori.