Gli intrecci non sempre limpidi tra impresa e politica sono cosa nota: un imprenditore ha bisogno dell’intercessione di un politico per l’avvio di un progetto, e così… fa di tutto per tirarlo dalla sua parte. Succede anche ne Il ministro, divertente commedia nera in prima visione tv mercoledì 21 giugno alle 21.15 su Sky Cinema Uno.

 

Nel film diretto da Giorgio Amato troviamo Franco, un piccolo imprenditore impegnato nella bonifica di aree industriali dismesse, interpretato dal simpatico Gianmarco Tognazzi. In difficoltà per via dei tempi che corrono, l’uomo d’affari ha un disperato bisogno di concludere un importante affare, per il quale deve però riuscire ad assicurarsi una gara d’appalto.

 

Il suo passepartout è rappresentato da un influente ministro, interpretato da Fortunato Cerlino, noto al pubblico di Sky Cinema come il don Pietro di Gomorra. Per convincerlo, Franco decide di organizzare una serata “indimenticabile” a base di buon vino e stupefacenti, che dovrebbe essere movimentata da una escort procurata dal cognato dell’imprenditore.

 

Come in ogni commedia che si rispetti, però, niente andrà per il verso giusto, complice un incidente imprevisto e la presenza della moglie acida di Franco, Rita, e della colf venezuelana che quest’ultima ha deciso di licenziare. Così, la serata perfetta si trasformerà in puro, spassoso caos.

 

Tra i personaggi protagonisti di questa “tragica cena da ridere”, nessuno si salva. Lo sguardo spietato e beffardo è quello della commedia all’italiana degli anni ’60, che irride ma non fa sconti.

 

La black comedy di Giorgio Amato funziona grazie a una messa in scena ben calcolata e alla bravura del cast capitanato da Cerlino e Tognazzi (Alessia Barela, Jun Ichikawa, Edoardo Pesce e Ira Fronten sono gli altri attori scelti dal regista). Appuntamento da non perdere, come detto, il 21 giugno su Sky Cinema!