David di Donatello 2017: TUTTI I VIDEO

Video

David di Donatello 2017, gli arrivi sul red carpet


David di Donatello 2017

Ci sono pochi dubbi. Negli Stati Uniti il premio più atteso sono gli Oscar, in Italia i David di Donatello ....

La notte dei David è uno degli appuntamenti più importanti per il cinema italiano ed è certamente destinata a catalizzare l’attenzione del mondo del cinema su Roma a distanza di un mese da un’altra magica notte, quella degli Academy Awards di Los Angeles.

L’appuntamento con la cerimonia di premiazione della 61esima edizione dei David di Donatello è fissato per il 27 marzo.

Il teatro sarà, come di consueto, l’Auditorium Conciliazione di Roma e telecamere, registi, coordinatori e giornalisti di Sky sono già pronti per raccontare l’evento in diretta e trasmetterlo in esclusiva sulle proprie reti Sky Cinema, Sky Uno e TV8.

I preparativi sono già iniziati e dalle parti dell’Accademia del Cinema di Roma le febbre sale inesorabilmente per l’appuntamento più importante dell’anno. I David di Donatello sono, da sempre, l’equivalente italiano degli Oscar del cinema e Sky , molto attenta alle produzioni cinematografiche nazionali e internazionali, non poteva di certo mancare a questa autentica festa. Una rassegna di ampio respiro che vedrà sfilare sul red carpet star consolidate e nascenti, registi di grande esperienza ed esordienti e sposterà definitivamente l’attenzione dagli Stati Uniti verso l’Europa e l’Italia.

In questa edizione del David di Donatello i premi in palio per attori, registi e sceneggiatori sono ben 26.

Ci sono quelli più ambiti, che sanciscono l’iscrizione del nome del vincitore negli annali della storia del cinema:

●           miglior film;

●           miglior regista;

●           miglior regista esordiente;

●           miglior produttore;

●           migliore attore protagonista e non protagonista;

●           migliore attrice protagonista e non protagonista;

●           David giovani;

●           miglior film straniero;

●           miglior film dell’Unione europea;

●           David speciale alla carriera.


E poi c’è la valanga di premi detti propriamente tecnici, meno mediatici ma ugualmente prestigiosi:

●           migliore autore della fotografia;

●           miglior musicista;

●           migliore canzone originale;

●           migliore scenografo;

●           miglior costumista;

●           miglior truccatore;

●           miglior acconciatore;

●           miglior montatore;

●           miglior fonico in presa diretta;

●           migliori effetti digitali;

●           miglior documentario di lungometraggio;

●           miglior cortometraggio.


Diverso, rispetto allo scorso anno, il riconoscimento per la migliore sceneggiatura.

Nell’edizione David di Donatello 2017 il premio è stato diviso e sarà assegnato per la miglior sceneggiatura originale e per quella non originale, cosa che non era stata fatta dal 1975 al 2016. Proprio in questa edizione è nato il riconoscimento per la migliore sceneggiatura non originale.


C’è una particolarità.

I David di Donatello 2017 saranno caratterizzati dalla presenza forte della Basilicata che ha stabilito già un piccolo primato: può contare su ben dieci produzioni le cui riprese sono state effettuate all’interno dei suoi confini.


Cinque film italiani:

·             Montedoro , primo film del lucano Antonello Faretta;

·             Una Diecimilalire di Luciano Luminelli;

·             Un paese quasi perfetto di Massimo Gaudioso;

·             Ustica di Renzo Martinelli;

·             Veloce come il vento di Matteo Rovere.


Uno per la categoria Film stranieri : Ben Hur di Timur Bekmambetov.

Uno nella categoria Documentari : Il fischio di famiglia di Michele Salfi Russo.

Tre nella categoria Cortometraggi :

·             Ali velate di Nadia Kibout;

·             L'aurora che non vedrò di Mimmo Mongelli;

·             Ballata per un ergastolano - videoclip girato dall'attore e regista lucano Cosimo Fusco.


Il sipario è già pronto e la macchina organizzativa è a pieno regime in vista dell’appuntamento imperdibile del 27 marzo.

Non resta che attendere.

Leggi tutto