Un Fiore sboccia su Sky Cinema

Inserire immagine

“Fiore”,  del regista Claudio Giovannesi, ha conquistato un David di Donatello per il miglior attore non protagonista, vinto da Valerio Mastandrea. L'appuntamento con questo film struggente e delicato è previsto per giovedì 30 marzo su Sky Cinema David Di Donatello alle  21.15 e in replica venerdì 31 marzo alle 13:50

Fiore: trama

“Fiore” racconta la storia tragica e romantica di Daphne e Josh, entrambi detenuti in un carcere minorile. Divisi in sezioni diverse, si innamoreranno all’interno del carcere, vivendo un amore contrastato fatto di brevi conversazioni fra le sbarre, lettere clandestine e sguardi.

 

Fiore: trailer

Fiore: cast

Protagonisti della pellicola Valerio Mastandrea, nel ruolo del padre di Dephne, un uomo buono, ma incapace e profondamente segnato dal carcere. Spiccano anche i giovanissimi Daphne Scoccia e Josciua Algeri, al loro debutto cinematografico. “Noi per Fiore volevamo che la biografia dell’attore fosse il più possibile vicina a quella del personaggio che avrebbero dovuto interpretare – ha spiegato il regista -, in modo che le due vite si potessero fondere e mischiare”. 

Fiore: locandina

Fiore: data di uscita in Italia

Fiore è uscito in tutte le sale cinematografiche a partire dal 26 maggio 2016.

 

Fiore: colonna sonora

La colonna sonora di “Fiore” è stata ideata da Andrea Moscianese e Claudio Giovannesi. Il regista infatti è anche musicista e compositore: “Dirigere il film e contemporaneamente realizzare la colonna sonora sono due aspetti del lavoro analoghi – ha raccontato -, l’obiettivo è il medesimo, con le immagini e con le note: raccontare le emozioni e gli stati d’animo di Daphne, un’adolescente che vive l’esperienza del desiderio e della mancanza d’amore, e renderle condivisibili e universali”.

“Gli strumenti che abbiamo usato per l’arrangiamento dei brani sono state le chitarre con il suono ipnotico e onirico del delay e la voce infantile della celesta – ha spiegato il regista della pellicola -. Nei titoli di coda invece il tema si sviluppa attraverso la presenza degli archi”.

 

Fiore: premi

Il film ha ricevuto ben sei candidature ai David di Donatello 2017. Miglior film e Miglior Regista a Claudio Giovannesi, Migliore sceneggiatura originale a Claudio Giovannesi, Filippo Gravino e Antonella Lattanzi, Migliore produttore a IBC Movie, Pupkin Production con Rai Cinema, Migliore attrice protagonista a Daphne Scoccia e infine Migliore attore non protagonista a Valerio Mastandrea.

 

Fiore: curiosità

Entrambi gli attori protagonisti di “Fiore” sono al loro esordio sul grande schermo. Daphne Scoccia in particolare faceva la cameriera in un ristorante quando è stata notata dal regista. “Un giorno Claudio Giovannesi e altri della produzione sono venuti a pranzo nell’osteria dove facevo la cameriera e mi hanno notata – ha raccontato la 21enne -. Due giorni dopo mi hanno telefonato per chiedermi se volevo fare un provino. Mi sono detta: perché no? Sono andata e… mi hanno presa”.

Fiore: trama

“Fiore” racconta la storia tragica e romantica di Daphne e Josh, entrambi detenuti in un carcere minorile. Divisi in sezioni diverse, si innamoreranno all’interno del carcere, vivendo un amore contrastato fatto di brevi conversazioni fra le sbarre, lettere clandestine e sguardi.

 

Fiore: trailer

Fiore: cast

Protagonisti della pellicola Valerio Mastandrea, nel ruolo del padre di Dephne, un uomo buono, ma incapace e profondamente segnato dal carcere. Spiccano anche i giovanissimi Daphne Scoccia e Josciua Algeri, al loro debutto cinematografico. “Noi per Fiore volevamo che la biografia dell’attore fosse il più possibile vicina a quella del personaggio che avrebbero dovuto interpretare – ha spiegato il regista -, in modo che le due vite si potessero fondere e mischiare”. 

Fiore: locandina

Fiore: data di uscita in Italia

Fiore è uscito in tutte le sale cinematografiche a partire dal 26 maggio 2016.

 

Fiore: colonna sonora

La colonna sonora di “Fiore” è stata ideata da Andrea Moscianese e Claudio Giovannesi. Il regista infatti è anche musicista e compositore: “Dirigere il film e contemporaneamente realizzare la colonna sonora sono due aspetti del lavoro analoghi – ha raccontato -, l’obiettivo è il medesimo, con le immagini e con le note: raccontare le emozioni e gli stati d’animo di Daphne, un’adolescente che vive l’esperienza del desiderio e della mancanza d’amore, e renderle condivisibili e universali”.

“Gli strumenti che abbiamo usato per l’arrangiamento dei brani sono state le chitarre con il suono ipnotico e onirico del delay e la voce infantile della celesta – ha spiegato il regista della pellicola -. Nei titoli di coda invece il tema si sviluppa attraverso la presenza degli archi”.

 

Fiore: premi

Il film ha ricevuto ben sei candidature ai David di Donatello 2017. Miglior film e Miglior Regista a Claudio Giovannesi, Migliore sceneggiatura originale a Claudio Giovannesi, Filippo Gravino e Antonella Lattanzi, Migliore produttore a IBC Movie, Pupkin Production con Rai Cinema, Migliore attrice protagonista a Daphne Scoccia e infine Migliore attore non protagonista a Valerio Mastandrea.

 

Fiore: curiosità

Entrambi gli attori protagonisti di “Fiore” sono al loro esordio sul grande schermo. Daphne Scoccia in particolare faceva la cameriera in un ristorante quando è stata notata dal regista. “Un giorno Claudio Giovannesi e altri della produzione sono venuti a pranzo nell’osteria dove facevo la cameriera e mi hanno notata – ha raccontato la 21enne -. Due giorni dopo mi hanno telefonato per chiedermi se volevo fare un provino. Mi sono detta: perché no? Sono andata e… mi hanno presa”.