Oltre 70 cortometraggi italiani al 70° Festival di Cannes

Inserire immagine

Al 70° Festival di Cannes, anche se nessun film italiano è in corsa per vincere l’ambita Palma d’Oro e “Fortunata” di Sergio Castellitto e “Après la guerre” di Annarita Zambrano ci rappresentano in “Un Certain Regard” , oltre 70 cortometraggi italiani saranno proiettati nella sezione fuori concorso Short Film Corner.

Oltre settanta corti di produzione italiana saranno proiettati nella sezione fuori concorso “Short Film Corner” al 70° Festival di Cannes. Gli studenti di Cinema. Sono gli autori di oltre settanta corti di produzione italiana. “Fortunata” di Sergio Castellitto e “Après la guerre” di Annarita Zambrano ci rappresentano in “Un Certain Regard”.

 

Il cortometraggio è il nuovo “Made in Italy” cinematografico?

“Short Film Corner” è stato creato dal 2004, diventando, nell’ambito del Festival di Cannes, una vetrina per  registi e i produttori esordienti. La scelta dei cortometraggi selezionati è ricaduta sulle opere di molti studenti delle università e delle scuole di cinema, che hanno come comune denominatore una grande passione per il cinema e la produzione video, alcuni dei quali sono: Lorenzo Ambrosino, autore di “Fiammifero” (Male non fare, paura non avere)che narra la storia di un 75enne amante dei gatti di strada. L’autore  viene dal Master in Cinema e Televisione dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. Fabrizio Acampora – formatosi  alla scuola di cinema Asci di Napoli, con “Pastura”, narra la storia di Pietro, un muratore badante di una ragazza destinata al mondo della prostituzione. Tre studenti della “Rome University of Fine Arts” hanno presentato: “Corvus Corax”, Beatrice Baldacci, “Appocundria “, Girolamo Capuano , “Milady”, Giulia Tivelli.

 

“The show must go on”

In attesa di vedere prossimamente i giovani autori dei cortometraggi in concorso per la Palma d’Oro, al 70° Festival di Cannes, dal 17 al 28 Maggio, saranno proiettati i film  selezionati  il 13 Aprile scorso. I film presentati da italiani saranno visibili nella sezione “Un certain regard”.  “Un certo sguardo” sarà rivolto ai film italiani, e “Après la guerredi Annarita Zambrano e “Fortunata”, la sesta opera cinematografica di Sergio Castellitto. L’attore, regista e sceneggiatore Sergio  Castellitto ha detto: <<È un onore essere stato invitato nella selezione ufficiale del Festival di Cannes. Sentire Thierry Frémaux citare Mamma Roma presentando Fortunata lo considero già un premio. Grazie a tutti!>>. Il film “Fortunata”,  con Jasmine Trinca, Stefano Accorsi, Alessandro Borghi, Edoardo Pesce Hanna Schygulla, che uscirà nelle sale cinematografiche in contemporanea con il 70° Festival di Cannes,  narra la storia di una giovane madre che combatte per emanciparsi e conquistare la felicità. Il suo grande sogno è aprire un negozio di parrucchiera e diventare finalmente, dopo essersi lasciata alle spalle un matrimonio fallito, indipendente. Questa edizione del prestigioso Festival cinematografico di Cannes ha “un’interessante tocco italiano”, poiché renderà omaggio alla nostra attrice Claudia Cardinale.

Le cerimonie di apertura e di chiusura del Festival di Cannes saranno presentate dalla nostra attrice, sexy symbol ed esponente della bellezza mediterranea, Monica Bellucci e sarà partecipato, in veste di membro della giuria, dal regista Paolo Sorrentino. La giuria, di cui è presidente Pedro Almodovar, assegnerà la Palma d'Oro al film vincitore del prestigioso Festival cinematografico durante la cerimonia conclusiva che si terrà domenica 28 maggio prossimo. I giudici saranno complessivamente 8, di cui 4 uomini e 4 donne.  Oltre al regista italiano Paolo Sorrentino, i giurati “uomini” sono: Park Chan-wook, regista e produttore sudcoreano, Gabriel Yared, compositore francese, l’ attore hollywoodiano Will Smith . le “donne” invece: Maren Ade, regista tedesca, Fan Bingbing attrice e produttrice cinese, Agnès Jaoui cantante e sceneggiatrice francese, l’attrice Jessica Chastain.

Oltre settanta corti di produzione italiana saranno proiettati nella sezione fuori concorso “Short Film Corner” al 70° Festival di Cannes. Gli studenti di Cinema. Sono gli autori di oltre settanta corti di produzione italiana. “Fortunata” di Sergio Castellitto e “Après la guerre” di Annarita Zambrano ci rappresentano in “Un Certain Regard”.

 

Il cortometraggio è il nuovo “Made in Italy” cinematografico?

“Short Film Corner” è stato creato dal 2004, diventando, nell’ambito del Festival di Cannes, una vetrina per  registi e i produttori esordienti. La scelta dei cortometraggi selezionati è ricaduta sulle opere di molti studenti delle università e delle scuole di cinema, che hanno come comune denominatore una grande passione per il cinema e la produzione video, alcuni dei quali sono: Lorenzo Ambrosino, autore di “Fiammifero” (Male non fare, paura non avere)che narra la storia di un 75enne amante dei gatti di strada. L’autore  viene dal Master in Cinema e Televisione dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. Fabrizio Acampora – formatosi  alla scuola di cinema Asci di Napoli, con “Pastura”, narra la storia di Pietro, un muratore badante di una ragazza destinata al mondo della prostituzione. Tre studenti della “Rome University of Fine Arts” hanno presentato: “Corvus Corax”, Beatrice Baldacci, “Appocundria “, Girolamo Capuano , “Milady”, Giulia Tivelli.

 

“The show must go on”

In attesa di vedere prossimamente i giovani autori dei cortometraggi in concorso per la Palma d’Oro, al 70° Festival di Cannes, dal 17 al 28 Maggio, saranno proiettati i film  selezionati  il 13 Aprile scorso. I film presentati da italiani saranno visibili nella sezione “Un certain regard”.  “Un certo sguardo” sarà rivolto ai film italiani, e “Après la guerredi Annarita Zambrano e “Fortunata”, la sesta opera cinematografica di Sergio Castellitto. L’attore, regista e sceneggiatore Sergio  Castellitto ha detto: <<È un onore essere stato invitato nella selezione ufficiale del Festival di Cannes. Sentire Thierry Frémaux citare Mamma Roma presentando Fortunata lo considero già un premio. Grazie a tutti!>>. Il film “Fortunata”,  con Jasmine Trinca, Stefano Accorsi, Alessandro Borghi, Edoardo Pesce Hanna Schygulla, che uscirà nelle sale cinematografiche in contemporanea con il 70° Festival di Cannes,  narra la storia di una giovane madre che combatte per emanciparsi e conquistare la felicità. Il suo grande sogno è aprire un negozio di parrucchiera e diventare finalmente, dopo essersi lasciata alle spalle un matrimonio fallito, indipendente. Questa edizione del prestigioso Festival cinematografico di Cannes ha “un’interessante tocco italiano”, poiché renderà omaggio alla nostra attrice Claudia Cardinale.

Le cerimonie di apertura e di chiusura del Festival di Cannes saranno presentate dalla nostra attrice, sexy symbol ed esponente della bellezza mediterranea, Monica Bellucci e sarà partecipato, in veste di membro della giuria, dal regista Paolo Sorrentino. La giuria, di cui è presidente Pedro Almodovar, assegnerà la Palma d'Oro al film vincitore del prestigioso Festival cinematografico durante la cerimonia conclusiva che si terrà domenica 28 maggio prossimo. I giudici saranno complessivamente 8, di cui 4 uomini e 4 donne.  Oltre al regista italiano Paolo Sorrentino, i giurati “uomini” sono: Park Chan-wook, regista e produttore sudcoreano, Gabriel Yared, compositore francese, l’ attore hollywoodiano Will Smith . le “donne” invece: Maren Ade, regista tedesca, Fan Bingbing attrice e produttrice cinese, Agnès Jaoui cantante e sceneggiatrice francese, l’attrice Jessica Chastain.