Cannes 2017: i vincitori

Pedro Almodovar e la giuria di Cannes 2017

La cerimonia di premiazione della 70.ma edizione del Festival di Cannes ha assegnato i verdetti. Palma d' oro a The Square di Ruben Ostlund. Premiati Diana Kruger e Joaquin Phoenix come miglior attori. Sofia Coppola vince il premio per la miglior regia. Nicole Kidman si aggiudica il premio per il 70.mo anniversario del Festival. L'Italia sorride con il premio a Jasmine Trinca, miglior attrice nella sezione Un Certain Regard, grazie alla sua intensa interpretazione in Fortunata di Sergio Castellitto.


CANNES 2017: LO SPECIALE

La giuria presieduta dal regista spagnolo Pedro Almodóvar insieme ai giurati Maren Ade, Jessica Chastain, Fan Bingbing,Agnès Jaoui, Park Chan-wook, Will Smith, Paolo Sorrentino, Gabriel Yared Hanno decretato i vincitori di Cannes 2017






ECCO TUTTI I PREMIATI 

The Square, di Ruben Ostlund ((Svezia, Danimarca, Francia, Stati Uniti d'America), vince la Palma d'oro del 70.mo  festival di Cannes. 
Il film racconta delle bizzarre vicende di uno stralunato curatore di un museo di arte contemporanea alle prese con le sue idee creative nel segno dell'evento, dell'installazione, della sorpresa. Protagonista Christian (Claes Bang), un elegante quarantenne separato, ma buon padre di due figlie e con tanto di auto elettrica. Insomma un raffinato che vive di ossessioni creative a cui non sfugge, dopo essere stato scippato in una affollata piazza di cellulare e portafoglio, che nessuno presta aiuto negli spazi aperti. Da qui una riflessione (e la relativa installazione) su chi crede nell'aiuto degli altri e chi no

 




Va a Nicole Kidman il premio speciale per il 70.mo anniversario del Festival di Cannes.

 

 

Il Grand Prix del settantesimo  festival di Cannes lo vince il film francese 120 battements par minute di Robin Campillo.

 

Premio per la migliore regia a Sofia Coppola per The Beguiled (L'inganno).


Il premio per il migliore attore all'americano Joaquin Phoenix per il film You were never really here di Lynne Ramsay. 

 

 

La tedesca Diane Kruger per il film In The Fade di Fatih Akin si aggiudica il premio per la miglior attrice

 

 

 

Il fllm Loveless (Nelyubov) del regista russo Andrej Zvyagintsev vince il premio della giuria

Il premio per la migliore sceneggiatura va ex aequo ai greci Yorgos Lanthimos e Efthimis Filippou per The Killing of a Sacred Deer e alla britannica Lynne Ramsay per You were never really here


La Palma d'oro al miglior cortometraggio va A Gentle Night del cinese Qiu Yang.

 

Menzione speciale della giuria al cortometraggio: Katto diTeppo Airaksinen

 


La Camera d'or, il premio riservato all'opera prima, è vinta dal film francese Jeunne femme della regista Leorin Serraille, con un'interpretazione molto intensa di Laetitia Dosch.




Ieri, sabato 27 maggio , invece Uma Thurman, presidente della giura della Sezione Un certain Regard ha annunciato i premiati di questa sezione parallela. L'attrice ha definito il suo verdetto "Felicemente isterico"


L'Italia può  festeggiare con il premio per la  migliore attrice vinto da Jasmine Trinca per Fortunata.il bel film di Sergio Castellitto

Ecco tutti i vincitori

Miglior film: Lerd dell'iraniano Mihammad Rasulof 
Migliore regista: l'americano Taylor Sheridan all'esordio con Wind river, dedicato al popolo dei nativi-americani vittima da sempre dell'ingiustizia dei bianchi.
Migliore regia: il messicano Michel Franco per Le figlie d'aprile
Migliore interpretazione: Jasmine Trinca per la sua prestazione in Fortunata di Sergio Castellitto.
Un inedito premio per "La poesia e la creatività" al francese Mathieu Amalric autore del film Barbara

 

La giuria presieduta dal regista spagnolo Pedro Almodóvar insieme ai giurati Maren Ade, Jessica Chastain, Fan Bingbing,Agnès Jaoui, Park Chan-wook, Will Smith, Paolo Sorrentino, Gabriel Yared Hanno decretato i vincitori di Cannes 2017






ECCO TUTTI I PREMIATI 

The Square, di Ruben Ostlund ((Svezia, Danimarca, Francia, Stati Uniti d'America), vince la Palma d'oro del 70.mo  festival di Cannes. 
Il film racconta delle bizzarre vicende di uno stralunato curatore di un museo di arte contemporanea alle prese con le sue idee creative nel segno dell'evento, dell'installazione, della sorpresa. Protagonista Christian (Claes Bang), un elegante quarantenne separato, ma buon padre di due figlie e con tanto di auto elettrica. Insomma un raffinato che vive di ossessioni creative a cui non sfugge, dopo essere stato scippato in una affollata piazza di cellulare e portafoglio, che nessuno presta aiuto negli spazi aperti. Da qui una riflessione (e la relativa installazione) su chi crede nell'aiuto degli altri e chi no

 

 




Va a Nicole Kidman il premio speciale per il 70.mo anniversario del Festival di Cannes.

 

 

Il Grand Prix del settantesimo  festival di Cannes lo vince il film francese 120 battements par minute di Robin Campillo.

 

Premio per la migliore regia a Sofia Coppola per The Beguiled (L'inganno).


Il premio per il migliore attore all'americano Joaquin Phoenix per il film You were never really here di Lynne Ramsay. 

 

 

 

La tedesca Diane Kruger per il film In The Fade di Fatih Akin si aggiudica il premio per la miglior attrice

 

 

 

 

Il fllm Loveless (Nelyubov) del regista russo Andrej Zvyagintsev vince il premio della giuria

Il premio per la migliore sceneggiatura va ex aequo ai greci Yorgos Lanthimos e Efthimis Filippou per The Killing of a Sacred Deer e alla britannica Lynne Ramsay per You were never really here


La Palma d'oro al miglior cortometraggio va A Gentle Night del cinese Qiu Yang.

 

Menzione speciale della giuria al cortometraggio: Katto diTeppo Airaksinen

 


La Camera d'or, il premio riservato all'opera prima, è vinta dal film francese Jeunne femme della regista Leorin Serraille, con un'interpretazione molto intensa di Laetitia Dosch.




Ieri, sabato 27 maggio , invece Uma Thurman, presidente della giura della Sezione Un certain Regard ha annunciato i premiati di questa sezione parallela. L'attrice ha definito il suo verdetto "Felicemente isterico"


L'Italia può  festeggiare con il premio per la  migliore attrice vinto da Jasmine Trinca per Fortunata.il bel film di Sergio Castellitto

Ecco tutti i vincitori

Miglior film: Lerd dell'iraniano Mihammad Rasulof 
Migliore regista: l'americano Taylor Sheridan all'esordio con Wind river, dedicato al popolo dei nativi-americani vittima da sempre dell'ingiustizia dei bianchi.
Migliore regia: il messicano Michel Franco per Le figlie d'aprile
Migliore interpretazione: Jasmine Trinca per la sua prestazione in Fortunata di Sergio Castellitto.
Un inedito premio per "La poesia e la creatività" al francese Mathieu Amalric autore del film Barbara