Fotogallery 29 agosto 2016

Mostra del Cinema di Venezia 2016: tutti i film in concorso

  • In The Bad Batch, la regista Ana Lily Amirpour mette in scena una comunità di cannibali con regole di convivenza e dedita a “normali” faccende quotidiane, come mangiare, parlare e persino amare. Finché qualcuno non sorpassa i limiti consentiti
  • Tratto dal romanzo Tony and Susan (1993) di Austin Wright, in Nocturnal Animals il tempo si fonde con lo spazio. Un libro inscena storie così reali da sembrare vere
  • Natalie Portman è “Jackie” Kennedy. Un ritratto della First Lady elegante e profondo, descritto attraverso i gesti contenuti e fini, la voce sussurrante e leggera. Il tempo torna indietro agli Stati Uniti degli anni Sessanta, includendo anche filmati originari del 1963, che confondono realtà e finzione, sulle tracce di una donna che è diventata un’icona
  • Liberamente tratto dal romanzo Story of Your Life di Ted Chiang, in Arrival l’atterraggio di navicelle aliene sulla terra pone un quesito all’umanità intera: guerra o pace? L’esercito chiama in causa un’esperta di linguistica (Amy Adams) per capire se le intenzioni degli invasori siano pacifiche o se, invece, rappresentino una minaccia
  • La La Land è la storia di due sognatori che tentano di arrivare a fine mese, inseguendo le loro passioni in una città celebre per distruggere le speranze e infrangere i cuori
  • El ciudadano ilustre parla di un colto intellettuale espatriato dall'Argentina. Un premio Nobel per la letteratura, che vive in Europa da decenni, accetta un invito dalla sua città natale per essere premiato
  • Liberamente tratto dal racconto breve Dio vede quasi tutto, ma aspetta (1872) di Lev Tolstoj, The Woman Who Left è una storia semplice, ma allo stesso tempo complessa; un’opera sull’esistenza umana, che si chiede “dov’è la logica in tutto questo?”
  • Una storia di resistenza contro la crudeltà di un inferno terrestre. In Brimstone, Liz (Dakota Fanning), è una bellezza selvaggia ma trattenuta, un cuore sensibile e un animo irruento. L’antieroe che la perseguita è Preacher (Guy Pearce), un fanatico vendicativo e diabolico
  • La storia di On the milky road è ambientata durante la guerra nei Balcani e osserva da vicino l’amore tra due persone che non hanno più nulla da perdere
  • Nel film El Cristo Ciego, Michael crede di aver sperimentato una rivelazione divina nel deserto del Cile da bambino, un marchio a fuoco sulla sua esistenza. I vicini sono increduli e lo additano come il folle del paese, el Cristo
  • Frantz parla di una storia d’amore, appena un passo oltre la fine della Grande Guerra
  • La Region Salvaje rappresenta una parabola sociale, che guarda al Messico, ma che vuole anche essere universale. Un film più metafisico del precedente di Amat Escalante, Heli (2013, Miglior Regia a Cannes). Una storia di innamoramenti e disillusioni in una città d’altura messicana
  • In Les beaux jours d'Aranjuez, un uomo e una donna dividono i loro pensieri sull’amore in una notte d’estate. I discorsi della coppia entrano nei meandri dei ricordi e dei desideri non detti. Una sorta di “risposta” di Wenders a Before Sunset di Linklater. Un bel giorno d’estate. Un giardino. Una terrazza. Una donna (Sophie Semin) e un uomo (Reda Kateb) all’ombra degli alberi, un vento leggero d’estate. In lontananza, nella vasta pianura, la silhouette di Parigi
  • Un film che è un monito: storie di vita quotidiana durante la Seconda guerra mondiale per ricordare “che questo è stato”. Paradise, è un lungometraggio sui destini incrociati di tre personaggi nel tempo triste di una guerra senza precedenti
  • The Light Between Oceans con Michael Fassbender, Alicia Vikander, Rachel Weisz, Emily Barclay, tratto dal romanzo The Light Between Oceans del 2012 di M.L. Stedman
  • Liberamente tratto dal romanzo Une vie (1883) di Guy de Maupassant. Quando ritorna a casa dopo aver ricevuto un’educazione in convento, Jeanne Le Perthuis des Vauds (Judith Chemla) è una giovane donna, ingenua e piena di sogni infantili. Sposa Julien Delamare (Jean-Pierre Darroussin), un visconte locale, che si rivela presto un uomo avaro e infedele
  • Voyage of time è il primo documentario di Terrence Malick, è stato descritto dal regista stesso come “uno dei miei più grandi sogni”. Un film di montaggio (tipo Koyaanisqatsi di Godfrey Reggio) che intende mostrare la nascita e la morte dell’universo sconosciuto. Un film che si annuncia fortemente sperimentale e forse il più ambizioso di Malick
  • Simile ad una sinfonia visiva, Spira Mirabilis questo documentario vuole raccontare quattro “storie di immortalità”, girate in quattro luoghi differenti del mondo
  • Questi Giorni è la storia di un gruppo di ragazze di provincia in età universitaria, l’età in cui le scelte sul futuro si fanno pressanti, difficilmente rinviabili
  • Piuma è una commedia che vuole giocare sui toni dell’ironia e dell’emozione. Il mondo visto da due adolescenti cresciuti in famiglie diverse, ma con gli stessi problemi da affrontare
/

La Mostra del Cinema edizione 2016 ha un cuore che batte per i grandi nomi della cinematografia mondiale: da Wim Wenders con "Les beaux jours d'Aranjuex" (in 3D) nel quale si discetta di amore e libertà, a Pablo Larrain con “Jackie” in cui Natalie Portman veste gli abiti vedovili di Jacqueline Kennedy, a Terrence Malick con "Voyage of time", documentario sul senso della vita, con la voce narrante di Cate Blanchett, e ancora Emir Kusturica con “On the Milky Road” (con Monica Bellucci), Andrei Konchalovsky con “Rai (Paradise)”, François Ozon con “Frantz”, film in costume con l'astro nascente Pierre Niney. Tre le pellicole nostrane e selezionate e in corsa per il Leone d'oro: sono Giuseppe Piccioni, Roan Johnson e i documentaristi Massimo D'Anolfi e Martina Parenti. Sfoglia la fotogallery e scopri tutti i film in concorso a Venezia.