Venezia 2017, Vince Guillermo Del Toro con The Shape of Water

Inserire immagine
Guillermo Del Toro viene premiato

A Venezia 2017 vince la creatura anfibia di Guillermo del Toro . Migliore attrice è Charlotte Rampling , mentre miglior attore è Kamel el Basha . Per l'Italia Susanna Nicchiarelli , nel Concorso Orizzonti , vince con Nico, 1988 il premio per il miglior film

(@BassoFabrizio)

Il mostro anfibio e i personaggi buoni di The Shape of Water, le lacrime di Xavier Lagrande, gli applausi infiniti che hanno accompagnato al Premio Charlotte Rampling, il sorriso di Susanna Nicchiarelli che stringendo la Coppa Volpi per il miglior film ha ringraziato "mio marito che mi ha sposato e mia figlia che mi guarda da casa e spero sia orgogliosa di me". Questi sono quattro momenti della serata finale di Venezia 2017 che non dimenticheremo mai. Ha vinto un film, The Shape of Water, che racconta di Elisa, una giovane donna muta che lavora a Baltimora: fa le pulizie dove si decidono le sorti della Guerra Fredda e le sue amiche sono una afro-americana impegnata e un vicino di casa omosessuale. Scoprono che nei meandri dell'edifico vive una creatura anfibia, intelligente e sensibile. Elisa s'innamora di questo mistero che le illumina la vita, ma il sistema non tollera i sentimenti. E' un film coraggioso e lo ha sottilienato lo stesso Guillermo del Toro: "Ho 52 anni e c'è un momento nella vita di ogni regista in cui si decide di rischiare ogni cosa. Sono messicano e dedico questo premio a tutti i registi latinoamericani, bisogna credere, avere fede e restare puri: le cose fatte col cuore vanno tutte al posto giusto. Credo nella vita nell'amore e nel cinema". Foxtrot, che ha ottenuto il Gran Premio della Giuria, è "un film su un ballo -dice il regista Samuel Maoz- dove i passi sono molti ma alla fine si torna al punto di partenza". Una fascinazione queste parole. Come lo è ogni anno la Mostra del Cinema di Venezia. Tra dodici mesi si ricomincia e sarà una nuova festa.

Leone d'Oro per il Miglior Film: The Shape of Water di Guillermo del Toro

Leone d'Argento Gran Premio della Giuria: Foxtrot di Samuel Maoz

Leone d’Argento per la migliore regia: Jusqu’à la garde di Xavier Legrand

Coppa Volpi per la Miglior Interpretazione Femminile: Charlotte Rampling per Hannah

Coppa Volpi Miglior Interpretazione Maschile: Kamel El Basha per The insult 

Premio Miglior Sceneggiatura:
Martin McDonagh per Three Billboards Outside Ebbing, Missouri

Premio Speciale della Giuria: Sweet Country di Warmivk Thornton

Premio Marcello Mastroianni: Charlie Plummer per Lean on Pete

CONCORSO ORIZZONTI
Miglior Film: Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli
Miglior Cortometraggio: Gros Chagrin di Celine Fevaux
Miglior Sceneggiatura: Los Versos del Olvido di Alireza Khatami
Migliore interpretazione maschile: Bedoune Tarikh, Bedoune Emza DI Navid Mohammadzadeh
Migliore interpretazione femminile: Les Bienhuereux DI  Lyna Khoudri
Premio Speciale Giuria Orizzoni: Caniba di Véréna Paravel e Lucirn Castaing-Taylor
Premio per la miglior Regia: Bedoune Tarikh, Bedoune Emza di Vahid Jalivand

Premio Leone del Futuro Miglior Premio Opera: Jusqu’à la garde di Xavier Legrand

Premio alla Carriera: Jane Fonda e Robert Reford
Premio Jaeger LeCoultre: Stephen Frears

VENEZIA CLASSICI
Miglior Documentario sul Cinema
: The Prince and the Dybbuk di Niewiera-Rosolowski
Miglior Film Restaurato: Idi i Smotri di Elem Klimov

REALTA' VIRTUALE
Miglior Storia VR
: Bloodless di Gina Kim
Miglior esperienza VR: La Camera Insabbiata di Laurie anderson e Hsin-Chien Huang
Miglior virtual reality: Arden’s Wake di Eugene Yk Chung