Oscar 2017: TUTTE LE NEWS

Oscar 2017: LE PREMIAZIONI

Video

Oscar 2017: TUTTE LE FOTO

Oscar 2017: i look più belli (e i più brutti) delle star

Oscar 2017: I PRONOSTICI

Video

Oscar 2017: I FILM CANDIDATI

Video


Oscar 2017 - La notte degli Academy Awards

È il premio cinematografico più noto e ambito del mondo e può vantare quasi un secolo di storia....

Si tratta di un riconoscimento che ogni attore e regista sogna per coronare la sua carriera, il solo in grado di incidere nomi e titoli in maniera indelebile negli annali della storia del cinema. Stiamo parlando degli Academy Awards, un autentico fenomeno di costume giunto ormai alla sua 89esima edizione.

Quest’anno, quella che ormai viene definita nel gergo giornalistico e popolare come la notte degli Oscar 2017 si terrà il 26 febbraio nella splendida cornice del Dolby Theatre di Los Angeles.

La cerimonia, che vedrà sfilare sul red carpet il gotha del cinema americano e mondiale, sarà presentata da Jimmy Kimmel, comico e attore statunitense che gli appassionati ricorderanno per la sua partecipazione in programmi televisivi di successo, in alcune serie televisive e in film per il grande schermo.


Oscar 2017: dove vederli

La cerimonia di assegnazione dei prestigiosissimi Academy Awards 2017 sarà ospitata sulle frequenze dal canale statunitense Abc, ma ben 225 paesi del mondo hanno acquisito i diritti di trasmissione. Tra questi c’è anche Sky, che manderà in onda tutta la magica e affascinante notte degli Oscar 2017 su un canale appositamente dedicato all’evento, Sky Cinema Oscar.


Oscar 2017: i premi

La corsa agli Academy Awards 2017 è iniziata ufficialmente martedì 24 gennaio, quando sono state annunciate le nomination.

Come ogni anno, i Premi Oscar verranno consegnati a: il Miglior Film, il Miglior Regista, il Miglior Attore Protagonista, la Miglior Attrice Protagonista, il Migliore Attore Non Protagonista, la Miglior Attrice Non Protagonista, la Migliore Sceneggiatura Originale, la Migliore Sceneggiatura Non Originale, il Miglior Film Straniero, il Miglior Documentario, la Migliore Fotografia, il Miglior Montaggio, la Migliore Produzione, i Migliori Costumi, la Miglior Colonna Sonora Originale, la Migliore Canzone Originale, i Migliori Effetti Speciali, il Miglior Make Up, il Miglior Montaggio Sonoro e il Miglior Film d’Animazione. In quest’ultimo caso, la battaglia per la celebre statuetta si preannuncia essere la più combattuta.

Il totovincitore è già iniziato e condurrà gli appassionati dritti alla notte degli Oscar 2017.

Inutile dire, ne sono piene le cronache giornalistiche di cinema e spettacolo, che la grande attesa è tutta per La La Land, il musical di Damien Chazelle che racconta la fatica per sfondare a Hollywood e che ha ottenuto ben 14 nomination, migliore attore protagonista sia fra gli uomini che fra le donne, Ryan Gosling e Emma Stone, migliore regista Damien Chazelle e miglior sceneggiatura tra le più importanti.

Solo di Eva contro Eva (1950) e Titanic (1997) hanno ottenuto un numero pari di candidature. Sette sono le nomination di Arrival, film di fantascienza diretto da Denis Villeneuve, e sei quelle ottenute dall’ultima fatica di Mel Gibson, La battaglia di Hacksaw Ridge.

C’è anche un po’ di Italia. Fuocoammare di Giancarlo Rosi, già vincitore dell’Orso d’Oro al Festival del cinema di Berlino, è candidato all’Oscar 2017 come miglior documentario.

È la seconda volta nella storia che un docufilm italiano arriva a Los Angeles. La prima volta era toccato a La Grande Olimpiade, la produzione di Romolo Martellini datata 1962. Il toccante racconto degli sbarchi degli immigrati sull’isola di Lampedusa era stato escluso dalla shortlist della categoria Miglior film straniero, ma alla fine ha comunque conquistato il tagliando per la notte degli Oscar 2017.

Ci sono altri italiani in lizza per una statuetta. Alessandro Bertolazzi e Giorgio Gregoriani sono candidati per il make up del blockbuster Marvel Suicide Squad, mentre e l'italo-canadese Alan Barillaro per il corto d'animazione Piper.

A proposito di film stranieri, in corsa ci sono il danese Land of Mine, lo svedese A Man Called Ove, l'iraniano Il Cliente, l'australiano Tanna e il tedesco Toni Erdmann.


Oscar 2017: qualche curiosità

Il drammatico Manchester by the Sea segna il ritorno al cinema dopo un periodo burrascoso per il regista Kenneth Lonergan il cui primo film, Margaret (2011), fu protagonista di una lunga battaglia legale.

Tuttavia, la particolarità più importante di questa produzione è data dal fatto che si tratta del primo film realizzato per un servizio streaming a ottenere la candidatura all’Oscar.

A finanziarlo, infatti, sono stati gli Amazon Studios.

Le 14 candidature La La Land non rappresentano l'unico record per questa 89ma dedizione degli Oscar.

Meryl Streep ha ottenuto la sua ventesima nomination. Mai nessun attore o attrice aveva fatto meglio, nemmeno lei stessa.

Fra gli snobbati spiccano i nomi di Hugh Grant per il suo ruolo in Florence Foster Jenkins, Tom Hanks in Sully, il film di Clint Eastwood sull'ammaraggio di un volo di linea nell'Hudson e Amy Adams per Arrival.

Il countdown in vista della notte degli Oscar 2017 è iniziato e gli occhi di critici, appassionati e giornalisti sono puntati su Los Angeles.

Non resta che aspettare l’apertura dei battenti del Dolby Theatre per conoscere conferme e rivelazioni della 89esima edizione degli Academy Awards.

 

Leggi tutto