Your Name, c'è il libro inseguendo un sogno che si chiama Oscar

Inserire immagine

Makoto Shinkai ha raccontato nel romanzo Your name la storia che ha commosso milioni di lettori e spettatori. In libreria e fumetteria dal 18 gennaio, la pellicola già campione d'incassi èd è uno dei candidati più papabili per ricevere una nomination all'Oscar come miglior film di animazione

Prima di dare vita all’omonimo fenomeno cinematografico, il regista Makoto Shinkai ha raccontato nel romanzo Your name la storia che ha commosso milioni di lettori e spettatori. In libreria e fumetteria dal 18 gennaio, la pellicola già campione d'incassi è in lizza per la candidatura all’Oscar come miglior film d’animazione.

E' la storia di due adolescenti insoddisfatti della propria quotidianità, due anime che si incontrano, due vite che si legano indissolubilmente. L'immaginario del regista Makoto Shinkai è pronto ora a incontrare il pubblico italiano grazie a J-Pop, etichetta di Edizioni BD: "È un grande onore per noi poter pubblicare in Italia anche questo romanzo: in questi anni abbiamo scelto di investire nelle light novel, unico editore in Italia ad avere una collana attiva legata al mondo anime e manga -spiega Georgia Cocchi Pontalti di J-Pop- con questa opera, Makoto Shinkai ha saputo dimostrare di essere uno dei registi e autori contemporanei più influenti. Your Name è un vero e proprio classico contemporaneo, un capolavoro che conquisterà anche il pubblico italiano".

È lo stesso Makoto Shinkai a illustrare nella postfazione del volume la genesi della storia, che in immagini insegue un sogno che si chiamna nomination all'Oscar, e il suo senso profondo: "Questa è ovviamente una storia di fantasia, eppure credo che da qualche parte esistano delle persone che hanno vissuto esperienze simili e provano sentimenti simili ai loro. Che hanno perso figure o luoghi importanti, e che hanno deciso mentalmente di lottare lo stesso. Persone che continuano a tendere la mano verso qualcosa che ancora non possono incontrare, assolutamente sicure che un giorno succederà".

Sul rapporto tra pellicola e romanzo, il regista racconta: "Credo di avere scritto questo libro perché sentivo che ci fosse il bisogno di raccontare questi sentimenti con una serietà diversa rispetto allo splendore del film. Questa per me è la prima volta in cui la realizzazione di un film e la scrittura di un romanzo sembrano scambiarsi dei regali in questa maniera e, a essere sincero, mi sono divertito molto". Il 23-24- 25 gennaio la trasposizione cinematografica sarà proiettata in tutto il territorio nazionale. Tre giornate evento rese possibili grazie a Nexo Digital e Dynit. In patria Your Name ha totalizzato quasi 20 milioni di spettatori, quarto film di maggiore successo in Giappone di tutti i tempi.