Michelle Williams - Nomination Miglior Attrice Non Protagonista

Inserire immagine

A Michelle Williams in “Manchester by the Sea” bastano poche scene per commuovere e sorprendere. L’attrice, per la quarta volta in gara agli Oscar, racconta il personaggio di Randi e la sua esperienza sul set.

In “Manchester by the Sea” Michelle Williams è Randi, l’ex moglie del protagonista Lee (Casey Affleck). Randi è una mamma della provincia americana, che cerca di sopravvivere e tenere insieme i pezzi della sua vita, devastata da una tragedia impossibile da superare. Un ruolo piccolo, guardando al numero di scene, ma fondamentale per lo sviluppo narrativo e la tensione emotiva del film. Ancora una volta, Michelle Williams ha incantato l’Academy, conquistando la nomination come migliore attrice non protagonista.

 

Michelle Williams, “Manchester by the Sea” e gli Oscar

Quella di “Manchester by the Sea” è la quarta nomination agli Oscar per la trentaseienne Michelle Williams. La prima candidatura arriva nel 2006, quando interpreta Alma nel successo di Ang Lee “I segreti di Brokeback Mountain”. È proprio durante le riprese del film che Michelle si innamora di Heath Ledger, il padre di sua figlia Matilda Rose, prematuramente scomparso nel 2008. L’Oscar come miglior attrice non protagonista quell’anno va a Rachel Weisz per “The Constant Gardener”, ma Michelle torna presto alla carica. Per due anni di seguito la Williams ottiene la nomination come migliore attrice protagonista. Nel 2011 è candidata per “Blue Valentine” di Derek Cianfrance, ma vince Natalie Portman. Nel 2012 finisce invece nella shortlist per “Marylin” di Simon Curtis, deve però arrendersi a sua maestà Meryl Streep. Agli Oscar 2017 Michelle torna in lizza ancora una volta, che sia quella buona?

 

Michelle e il personaggio di Randi in “Manchester by the Sea”

Interpretare Randi è stata una grande sfida per Michelle Williams. L’attrice ha avuto ha disposizione solo una manciata di scene per dare profondità a un personaggio complesso. “Manchester by the Sea” è infatti costruito con un efficace incastro di flashback, e la narrazione è frammentata. A questo si aggiungono le difficoltà legate alla scarsità di budget, che hanno costretto gli interpreti a dare il massimo e ottimizzare tutto in pochi ciak. “Non hai la possibilità di disseminare le informazioni durante l’intero film, dando modo allo spettatore di avvicinarsi gradualmente”, ha detto Michelle, “devi stratificare tutto più che puoi, e trattandosi di un piccolo film, non c’è mai tempo a sufficienza”. Secondo Michelle Williams, Randi è il personaggio più coraggioso che abbia mai interpretato, “perché trova il modo non solo di sopravvivere, ma anche di reclamare il suo diritto alla vita”.

 

“Manchester by the Sea”: Michelle Williams e il regista Kenneth Lonergan

È bastato il nome di Kenneth Lonergan, regista e sceneggiatore del film, per convincere Michelle Williams a recitare in “Manchester by the Sea”. “Sapevo che avrei detto sì già prima di leggere il copione, proprio per il tipo di artista che è Kenny”, ha dichiarato l’attrice. “Manchester by the Sea” è un film a basso budget, e non è stato certo il cachet a motivare Michelle. “Eravamo stanchi, infreddoliti e affamati, ma credevamo in Kenny”. A fare la differenza, per Michelle Williams, è stata proprio la scrittura di Lonergan: “Spesso ti capita di leggere storie che semplicemente non sono vere. Non riesci a fidarti, né a immaginarti di dire certe cose, fare certe cose o essere in quella maniera. Ma i dialoghi di Kenny riesci a sentirli subito, ti entrano sottopelle, perché sono reali. È questo vale per tutti i personaggi del film, non soltanto per il mio”.

Lonergan è descritto da Michelle Williams come un regista rigido, ma gentile e disponibile. “Kenneth è timido quando ti si avvicina per dirti ‘hai saltato la seconda pausa’, ma ha ragione a farlo notare, perché i suoi dialoghi sono perfetti e sono la ragione per cui ho sempre voluto lavorare con lui.”

 

Michelle Williams e Casey Affleck sposati in “Manchester by the Sea”

In “Manchester by the Sea” la storia tra Michelle Williams e Casey Affleck è tratteggiata da tanti piccoli dettagli disseminati lungo la durata del film. “Tra i due c’è una relazione combattiva, sensuale, viva, complicata, che mi è sembrata incredibilmente reale. Non li cogli mai nel momento perfetto, ma nel mezzo della loro vita chiassosa”. Per interpretare l’amore tra Cindy e Dean nel toccante “Blue Valentine” il regista Derek Cianfrance ha costretto Michelle Williams a vivere con il coprotagonista Ryan Gosling.  I due, per tutte la durata delle riprese hanno diviso l’appartamento e tutte le faccende domestiche.

In “Manchester by the Sea” non ce n’è stato bisogno, perché tutto quello che serviva agli attori era già nello script, forgiato con minuzia dalla penna di Kenneth Lonergan. Proprio per questo motivo, Michelle e Casey Affleck non hanno avuto troppo bisogno di parlare del legame tra i loro personaggi, né di come costruire la tensione emotiva tra i due.

 

Michelle Williams, “Manchester by the Sea” e la perdita

Michelle Williams in “Manchester by the Sea” interpreta una donna costretta a fare i conti con una perdita incolmabile. Un’esperienza in parte familiare per l’attrice, che ha vissuto sulla sua pelle la tragedia della morte di Heath Ledger, padre di sua figlia e suo ex-compagno. Michelle Williams ha parlato del modo in cui il film, e il suo personaggio, affrontano il lutto. “Manchester by the Sea”, secondo Michelle, ha il grande pregio di non fare prediche, e di mostrare la storia di chi ha la forza per andare avanti.

“Randi ha dovuto sforzarsi di ricordare come si fa a vivere, ricordare le cose che fanno le persone normali. Le persone normali comprano un nuovo giaccone per l’inverno. Le persone normali decidono che è ora di tagliarsi i capelli. Le persone normali vanno al centro commerciale e acquistano un rossetto nuovo. Dopo cose del genere non c’è più niente di normale. Randi ha lavorato duramente e con coraggio”. Perché, aggiunge l’attrice, “non esiste un modo giusto per affrontare la perdita, l’unica cosa che si può fare è sopravvivere”.

 

Michelle Williams non ha ancora visto “Manchester by the Sea”

Può sembrare bizzarro, ma Michelle Williams ha ammesso candidamente di non aver visto “Manchester by the Sea”. “Ho visto alcune scene, certo, ma non il film per intero”, ha detto Michelle, che da almeno tre anni non vede nessuno dei film in cui recita. “Vederti al cinema è spiazzante, preferisco gli ambienti più piccoli e riservati. C’è qualcosa di innaturale quando appari così grande nello schermo. Kenny (Lonergan) mi mi ha preso in giro consigliandomi di provare a guardarli sull’iPhone e ho pensato ‘Perfetto!’”.