L’Oscar? Questione di coppia

Inserire immagine
Getty Images

Un anno ha vinto lei. Quello dopo è stato il turno di lui. Sono le coppie di Hollywood, in alcuni casi ormai separate, che hanno fatto incetta di statuette negli ultimi anni. Da Michael Douglas e Catherine Zeta Jones a Sam Mendes e Kate Winslet, fino a quelle più recenti.

 

di Floriana Ferrando

Dividono lo stesso tetto e pure i successi sul red carpet. Nella storia degli Academy Awards molte coppie hanno conquistato una statuetta, seppur a distanza di qualche anno.

Prendiamo una delle coppie più longeve di Hollywood: Michael Douglas e Catherine Zeta Jones. Insieme dal 2000, i due attori hanno condiviso molti successi, Oscar compreso. Lui ne ha conquistati due, lei “solo” uno nel 2003 per la sua interpretazione come attrice non protagonista in Chicago. Jack Nicholson e Anjelica Huston, invece, sono ormai ex ma sono stati insieme per 15 anni fino al 1989: a fare incetta di Oscar è lui, che ha ricevuto ben tre premi (come Miglior attore non protagonista per Voglia di tenerezza e come Miglior attore protagonista per Qualcuno volò sul nido del cuculo e Qualcosa è cambiato), lei se ne è fatto bastare uno per L'onore dei Prizzi come Migliore attrice non protagonista nel 1986.



Una premiazione per uno anche per la coppia composta da Tim Robbins e Susan Sarandon, divisi dal 2009 dopo oltre vent’anni di convivenza. Lei è la Miglior attrice protagonista in Dead Man Walking - Condannato a morte, mentre Robbins è stato premiato come Miglior attore non protagonista per Mystic River.



Fra le vittorie di coppia delle ultime edizioni ricordiamo Javier Bardem e Penelope Cruz, insieme dal 2007. Lei si è distinta come Miglior attrice non protagonista per Vicky Cristina Barcelona, l’attore invece ha vinto un Oscar nel 2002 per Non è un paese per vecchi come Miglior attore non protagonista. Non sono stati da meno Sam Mendes e Kate Winslet, divisi dal 2010: Mendes ha conquistato la giuria degli Academy Awards per American Beauty per cui è stato premiato come Miglior regista. In The Reader, invece, è la Winslet a distinguersi.