Oscar 2017, la prima volta della realtà virtuale

Inserire immagine

Si chiama Pearl ed è un corto animato in 360 gradi pensato per dispositivi VR. L’autore è Patrick Osborne, già vincitore di un Academy Award per il cortometraggio Feast nel 2015, che introduceva la pellicola Big Hero 6

 

di Floriana Ferrando

Due anni fa, Patrick Osborne ha vinto l'Oscar per il miglior cortometraggio d'animazione con Feast, il racconto senza parole dell’amore di un piccolo terrier di Boston per il suo padrone e per ogni cibo goloso, proiettato nelle sale prima di Big Hero 6. Quest'anno Osborne ci riprova con Pearl, la storia di un padre e una figlia che crescono ed invecchiano attraverso gli anni e le esperienze, ripresi sempre all’interno della loro auto. Ma Pearl ha una particolarità: prodotto da Google per Google Spotlight Stories, l’app per narrazioni interattive, è il primo corto animato nominato all'Oscar fatto in realtà virtuale.



Ci sono voluti un paio di anni di lavoro, fra ideazione e realizzazione, per dare vita al video immersivo. La scelta di ambientare il corto dentro un’automobile non è casuale: “Mi piace la narrazione attraverso il tempo ma visualizzare il tempo che passa sembrava una cosa difficile da fare secondo la tecnologia vr senza disorientare la gente. Così ho pensato di lasciare i protagonisti seduti in una macchina: l’idea che si sappia dove sta volante è un modo per orientare il pubblico. Ecco, da dove è nata l’idea”.



Come nel premiato Feast, anche in Pearl non ci sono dialoghi, sono le immagini a parlare. D’altronde, spiega Osborne, “è 'un mezzo visivo, è così che vogliamo comunicare. Mi piacciono le cose che funzionano universalmente. Con Pearl si cercano di toccare le persone con qualcosa che funzioni tutto l'anno, ovunque. Un film muto, trascende il linguaggio”. Così in Pearl anche il sottofondo musicale acquisisce un’importanza centrale, per questo il team di Osborne ha compiuto delle audizioni al buio, selezionando una fra le decine di demo giunte in studio: si tratta di “No Wrong Way Home” di Alexis Harte, cantata dalla voce di Nicki Bluhm. Mentre David Eisenmann, produttore del film, aggiunge che “Pearl è dedicato a tutti i genitori, a coloro che creano la bellezza e le possibilità della vita di tutti i giorni”.

Il film dura circa cinque minuti e può essere visualizzato in VR gratuitamente su HTC Vive oppure in modalità 360 gradi su YouTube.