Trama HEIMAT | Sky Cinema
HEIMAT

HEIMAT

960'1984Drammatico
  • Regia: Edgar Reitz
  • Genere: Drammatico
  • Paese: Germania
  • Durata: 960'
  • Data di uscita: 1984
  • Titolo originale: HEIMAT

Cast:

Otto Henn, Gabriele Blum, Helga Bender, Wolfram Wagner, Sabine Wagner, Peter Harting, Alexander Scholz, Eva Maria Schneider, Hans Jurgen Schatz, Karin Rasenack, Eva Maria Bayerwaltes, Kurt Wagner, Karin Kienzler, Jörg Richter, Rüdiger Weigang, Jörg Hube, Michael Kausch, Mathias Kniesbeck, Manfred Kühn, Johannes Lobewein, Johannes Metzdorf, Gudrun Landgrebe, Zarah Leander, Arno Lang, Gertrud Scherer, Gertrud Breder, Willi Burger, Michael Lesch, Marita Breuer, Dieter Schaad

Trama:

Undici episodi: 1. Nostalgia di terre lontane;2. Il centro del mondo; 3. Natale come mai fino allora; 4. Via delle alture del Reich;5. Scappato via e ritornato; 6. Fronte interno; 7. L'amore dei soldati; 8. L'americano;9. Hermannchen;10. Gli anni ruggenti;11. La festa dei vivi e dei morti. La vicenda è ambientata nella regione rurale tedesca dell'Hunsruck, nel paese di Schabbach, dove è nato Reitz, il regista. L'arco di tempo va dal 1919 al 1982. È la storia della famiglia Simon. Si comincia con Paul, che torna dalla grande guerra, si sposa, ha figli, poi lascia la famiglia se ne va a Detroit. I Simon si legano all'emergente partito nazista. I giovani portano la divisa. C'è benessere, ma anche pericolo. Passa il tempo: Paul, ormai ricco industriale americano, torna in Germania, dopo vari tentativi. Non riesce a recuperare il rapporto con la sua terra di origine. Emerge anche un Simon artista, Herman, musicista di avanguardia. Altro tempo passa, Herman è affermatissimo, gli altri sono ormai quasi tutti morti. Quando l'artista torna a casa può solo ricordare e tirare le somme. Una storia che riesce ad essere epica e realistica. Con tutti i simboli che servono a decifrare quel lungo periodo di storia della Germania vista da un uomo che cerca di essere "normale" e di essere artista. Una combinazione non facile da mettere in campo. Il film ha avuto un'ottima accoglienza critica.

Mostra altro