Trama DINO E LA MACCHINA DEL TEMPO | Sky Cinema
DINO E LA MACCHINA DEL TEMPO

DINO E LA MACCHINA DEL TEMPO

85'2012Animazione
Guarda il trailer
  • Regia: John Kafka, Yoon-suk Choi
  • Genere: Animazione
  • Paese: USA, Corea del sud
  • Durata: 85'
  • Data di uscita: 2012
  • Titolo originale: DINO E LA MACCHINA DEL TEMPO

Cast:

Rob Schneider, Jane Lynch, Melanie Griffith, Pamela Adlon, Tara Strong, Stephen Baldwin, William Baldwin, Yuri Lowenthal

Trama:

Il piccolo Dino, giocando nel garage del Dottor Santiago, inventore da strapazzo e padre del suo miglior amico Max, aziona inavvertitamente una macchina del tempo fatta a uovo e si catapulta, insieme a Max e alla sorellina Julia che lo aveva seguito per spiarlo, 65 milioni di anni indietro, all'epoca dei dinosauri. Fortunatamente, l'enorme femmina di T-Rex che i tre si trovano di fronte allo schiudersi dell'uovo meccanico, anziché divorarli, li scambia per i cuccioli tanto attesi e li copre di ogni attenzione. Ma i bambini devono comunque trovare il modo di tornare al loro tempo e alla loro vera famiglia.
Il fascino che gli animali preistorici esercitano sui cuccioli di uomo è qualcosa che non si esaurisce e, periodicamente, torna a nutrire nuove opere di fantasia, letterarie e cinematografiche. Che siano le dimensioni smisurate dei lucertoloni, o il loro appartenere a una leggenda ancorata, però, nella realtà, che fa dei dinosauri quanto di più simile a una fiaba per grandi, il faccia a faccia del più piccolo degli uomini con il più grande degli animali è sempre un incontro pieno di paura e di desiderio, e dunque perfetto per dar sostanza a un'avventura cinematografica.
Non si tratta perciò del "cosa": a fare la differenza, oggi, diventa soltanto il "come". Il family movie di Yoon-Suk Choi and John Kafka fa le cose piuttosto per bene: il punto di arrivo è chiaro fin dal principio, ma ci si giunge attraverso una serie di eventi ben orchestrati a catena, senza cadute di ritmo e con una buona dose di umorismo e di panorami da incanto. Le pretese sono basse, le citazioni davvero soft (i richiami a Una notte al museo e Ritorno al futuro sono appena accennati), ma se non altro non siamo di fronte a un clone dell'Era Glaciale.
Dino, il protagonista, è un monello dal cuore d'oro, che disobbedisce senza malafede, ma deve comunque fronteggiare le conseguenze delle sue azioni avventate.
Inspiegabilmente bollato PG (parental guidance suggested) in America, perché ritenuto a tratti spaventoso, è in realtà tranquillamente (e preferibilmente) adatto ai più piccoli, ma non annoierà troppo gli eventuali accompagnatori.

Mostra altro