Trama DRINKING BUDDIES | Sky Cinema
DRINKING BUDDIES

DRINKING BUDDIES

90'2013Commedia
Guarda il trailer
  • Regia: Joe Swanberg
  • Genere: Commedia
  • Paese: USA
  • Durata: 90'
  • Data di uscita: 2013
  • Titolo originale: DRINKING BUDDIES

Cast:

Anna Kendrick, Olivia Wilde, Jake Johnson, Ron Livingston, Joe Swanberg, Ti West, Roberta Chung, Callie Stephens, Sam Slater, Mike Brune, Susan Pfeifer, Frank V. Ross

Trama:

Luke e Kate lavorano in una birreria e sono fatti l'uno per l'altra. Ma l'uno e l'altra sono già impegnati, anche se male assortiti. L'intesa tra i due li porterà al passo che trasforma amicizia in amore o rimarrà desiderio represso?
Una carriera dedicata al semi-anonimato: titoli sconosciuti ai più, destinati a fugaci visioni festivaliere e a un cult underground per il popolo indie. Joe Swanberg non devia dal canone con Drinking Buddies, nonostante il ricorso a un cast di richiamo, specie per la parte femminile, con la diva in progress Olivia Wilde e la presenza ricorrente indie di Anna Kendrick (50/50, Tra le nuvole). Incurante del potenziale glamour della Wilde, Swanberg gioca a decostruire la convenzione del suo corpo cinematografico, calandola in un contesto in cui l'attrice - volutamente? E fino a che punto? - appare come un pesce fuor d'acqua. Il genere a cui appartiene Drinking Buddies vanta già un nome; la critica americana, smaniosa di etichette, lo chiama mumblecore, definendo così la volontà di mettere in scena dialoghi strappati alla quotidianità, spesso incentrati su sesso, relazioni più o meno instabili, riferimenti nerd esoterici, spruzzate metacinematografiche. Genere in cui Greta Gerwig, che con Swanberg ha lavorato, è ormai regina. Quel che manca a Drinking Buddies, e che fa la differenza nel mumblecore, è la capacità di trasmettere l'impressione che non si stia assistendo a un mumblecore, uscendo dalle pastoie di sceneggiature teleguidate. L'intesa tra Luke e Kate è rapidamente intuibile, ciò che avverrà in seguito altrettanto: per infondere vita all'opera occorrerebbe John Cassavetes o un'impennata disturbante che agevoli il transfert. Ma Swanberg preferisce lidi tranquilli e agevoli, come un buon disco indie minore, che strizza l'occhio al suo mini-target, strappa un sorriso, transita nella memoria e poi vola via.

Mostra altro