Trama VIC+FLO SAW A BEAR | Sky Cinema
VIC+FLO SAW A BEAR

VIC+FLO SAW A BEAR

95'2013Drammatico
  • Regia: Denis Côté
  • Genere: Drammatico
  • Paese: Canada
  • Durata: 95'
  • Data di uscita: 2013
  • Titolo originale: VIC+FLO SAW A BEAR

Cast:

Marc-André Grondin, Romane Bohringer, Pierrette Robitaille, Inka Malovic, Marie Brassard, Olivier Aubin, Guy Thauvette, Pier-Luc Funk, Ted Pluviose

Trama:

Victoria, ex detenuta sulla sessantina, vuole rifarsi una vita nella casa di campagna di uno zio ora paralizzato. La raggiunge Florence che è stata sua compagna in prigione e che ha con lei una relazione intima. Victoria è tenuta sotto sorveglianza dal giovane agente Guillaume e la vita scorre piuttosto tranquillamente fino a quando qualcuno riemerge dal passato di Florence con l'intenzione di punirla in modo molto duro. Denis Coté è al suo settimo film che si rivela come la sua terza opera priva di elementi di cinema-verité e come quella in cui i dialoghi assumono un peso decisamente più importante rispetto ai precedenti. Avendo a disposizione due attrici con un background così diverso come Robitaille e Bohringer, ma abilissime nell'integrare le loro qualità recitative, può permettersi di realizzare un film che mescola sapientemente la riflessione sulla società canadese con l'introspezione psicologica consentendosi, nella terza parte, un'incursione (riuscita) nel cinema di genere. Perché Coté non ha mai smesso di riflettere sulle dinamiche sociali che intercorrono tra le persone in uno stato descritto dai più come quasi idilliaco in cui la natura domina e condiziona positivamente la vita degli esseri umani. È proprio in una foresta che le due donne vanno a cercare un rifugio dal loro passato per proseguire in libertà il loro rapporto. Ma le esigenze della sicurezza della collettività si fanno comunque sentire attraverso la presenza discreta di Guillaume e l'astio non celato dei paesani. A questo si aggiunge un'incrinatura nella relazione tra le due donne. Ciò che nell'universo concentrazionario del carcere si manifestava come un rapporto omosessuale chiaro e sentito da entrambe ora per Florence si sta trasformando. Continua a provare amore per Victoria ma sessualmente desidera anche l'altro sesso e questo è difficile da accettare per la sua compagna. In questa situazione si inserisce, in maniera dirompente, la vendetta. C'è qualcuno che ha rintracciato Florence con l'unica volontà di farle pagare una colpa imperdonabile. Poteva costituire un grosso rischio far comparire dei killer sulla scena spostando così il baricentro dell'azione. Ma Coté dimostra di saper gestire la materia offrendoci un finale horror degno dei maestri (Franju, Tarantino, Argento) che gli sono stati fonte di ispirazione.

Mostra altro