Trama IL SEGNATO | Sky Cinema
IL SEGNATO

IL SEGNATO

84'2014Horror
Guarda il trailer
  • Regia: Christopher B. Landon
  • Genere: Horror
  • Paese: USA
  • Durata: 84'
  • Data di uscita: 2014
  • Titolo originale: IL SEGNATO

Cast:

Andrew Jacobs, Jorge Diaz, Gabrielle Walsh, Renee Victor, Noemi Gonzalez, David Saucedo, Richard Cabral, Carlos Pratts, David Fernandez Jr., Kimberly Ables Jindra, Eddie J. Fernandez, Silvia Curiel, Julian Works, Karolin Luna

Trama:

Oxnard, California. Il giovane Jesse dice parole di saggezza nel suo discorso di commiato dopo il diploma alla high school. Poi passa ai fatti: bagordi e festeggiamenti vari con il suo amico Hector per celebrare la "liberazione". A casa, Jesse sente strani rumori e voci provenienti dall'appartamento della vicina Anna, una donna piuttosto bizzarra. Sbirciando, Jesse ed Hector vedono una donna nuda, su cui Anna sta disegnando simboli magici probabilmente nell'ambito di un rituale occulto. I ragazzi ne deducono che Anna sia una strega e sono incuriositi. La loro curiosità aumenta quando poco tempo dopo Anna viene trovata uccisa. Il sospettato è un loro ex compagno di classe, Oscar, che avevano visto tempo prima uscire dall'appartamento della donna. Jesse ed Hector vogliono saperne di più, perciò si introducono di nascosto nella casa di Anna, dove trovano strani oggetti che rimandano alla magia. Jesse si risveglia con una ferita al braccio, forse causata da un morso. La sera, lui ed Hector sono aggrediti da due tozzoni attaccabrighe e Jesse li sistema con forza sovrumana. Qualcosa è cambiato e forse c'è di mezzo il soprannaturale.
Più spin-off che sequel nell'ambito dell'ormai numerosa prole generata da Paranormal Activity, il film cerca nuova linfa nell'ambientazione tra gli ispano-americani della California, dove religione e superstizione si fondono fornendo il substrato culturale necessario a dotare di qualche credibilità l'escursione nella magia nera in un contesto urbano-popolare. Proprio la ricerca di credibilità e di realismo è alla base del format caratteristico della serie, quello del cosiddetto found footage che mette insieme le riprese apparentemente reali ottenute con una videocamera. Il format è però ormai usurato e non aiuta molto la storia che, per la sua struttura, sarebbe stata raccontata probabilmente meglio in modo tradizionale.
Lo spunto è comunque interessante, con lo strisciare sinistro della magia dentro la quotidianità di una vita del tutto banale e con la scoperta che tutto viene da molto lontano. Non si tratta di novità nell'ambito dell'horror, ma la soffusa e pervasiva irruzione dell'occulto aiuta a generare la sensazione di un pericolo sfuggente e incombente, almeno sin quando il disegno soprannaturale in qualche modo si precisa e le cose si fanno più prevedibili. A parte qualche classico salto sulla sedia provocato da accadimenti subitanei e rumorosi, il film stenta a creare tensione. Troppe lungaggini e una sostanza narrativa molto diluita minano l'efficacia del racconto e i traballanti movimenti della macchina a mano non aiutano. Inoltre, il film manca un po' di nerbo, i personaggi sono appena abbozzati e non spingono lo spettatore a parteggiare per loro, tranne forse Marisol, amica del duo protagonista e unica a sprigionare un po' di simpatia nella sensibile interpretazione di Gabrielle Walsh.
Qualche connessione con i film della serie tende ad allargare le prospettive e a dipingere un quadro complesso e sfuggente, per dare barlumi di unità al fluire dei film. Il risultato ha qualche pregio strutturale, ma sembra più un sotterfugio per fidelizzare che qualcosa dettato da una reale esigenza narrativa e sistematica. Christopher Landon ha collaborato al secondo, terzo e quarto episodio della serie: la sua promozione alla regia non produce scossoni.

Mostra altro