Trama 33 POSTCARDS | Sky Cinema
33 POSTCARDS

33 POSTCARDS

97'2011Drammatico
Guarda il trailer
  • Regia: Pauline Chan
  • Genere: Drammatico
  • Paese: Australia, Cina
  • Durata: 97'
  • Data di uscita: 2011
  • Titolo originale: 33 POSTCARDS

Cast:

Guy Pearce, Zhu Lin, Claudia Karvan, Elaine Jin, Rhys Muldoon, Terry Serio, Lincoln Lewis, Matt Nable, Kain O'Keeffe, Claire Scott

Trama:

Cresciuta grazie alle donazioni di Dean Randall, la cinese Mei Mei decide di incontrare per la prima volta il suo benefattore quando il coro dell'orfanotrofio di cui fa parte si reca in Australia per partecipare ad un festival. In cuor suo, la ragazza sedicenne serba la speranza di venire adottata da quell'armoniosa famiglia che ha imparato a conoscere, negli anni, mediante una fitta corrispondenza di lettere e cartoline. Tuttavia una dura verità l'aspetta: Dean Randall, in realtà, è detenuto in carcere per omicidio colposo e nulla di quello che le ha scritto, a parte il suo affetto, sembra essere vero.
Film d'altri tempi per ideazione e sviluppo, 33 Postcards mescola dramma della redenzione e thriller malavitoso alla luce dell'incontro tra due culture diverse. Dal suo primo arrivo a Sydney, Mei Mei deve affrontare la barriera linguistica, superare i problemi burocratici, imparare a sopravvivere in un'altra nazione, tutti obiettivi che la regia sottolinea nel loro difficile raggiungimento. Pur raccontando una storia fatta di stereotipi e schemi prefissati, infatti, Pauline Chan non rinuncia a marcare la confusione in cui viene assorbita la giovane ragazza cinese, le incomprensioni dovute alla scarsa conoscenza dell'inglese così come l'impossibilità di capire in che situazione si vada a cacciare, accettando un lavoro "troppo remunerativo".
Come in un mélo lacrimevole, la presa stringe ugualmente dentro e fuori il carcere, mettendo a confronto le condizioni in cui si trovano i due personaggi cardine della sceneggiatura scritta dalla regista con Philip Dalkin e Martin Edmond: una volta caduto il sipario di una vita ad immagine di desiderio, la ragazza e il "padre adottivo" si avvicinano, si conoscono sempre di più, si sacrificano l'uno per l'altra, fino ad una difficile resa dei conti che rischia di mandare all'aria tutto. Ma è proprio in questo terzo e ultimo atto che il tono vira dal sentimentale al patetico per via di una sequenza platealmente goffa quanto strappalacrime, dopo la quale risulta quasi impossibile credere agli ulteriori sviluppi.
A partire dall'incontro tra un burbero dal cuore d'oro e una ragazza innocente quanto vulnerabile, 33 Postcards procede per cliché e modelli arcinoti, certo dell'importanza di quel messaggio morale di cui è latore, perfettamente adatto a spettatori appartenenti alla categoria "giovani adulti". Tra gli attori, il pensieroso Guy Pearce appare un po' distratto.

Mostra altro