Trama CONTRORA - HOUSE OF SHADOWS | Sky Cinema
CONTRORA - HOUSE OF SHADOWS

CONTRORA - HOUSE OF SHADOWS

85'2014Drammatico
Guarda il trailer
  • Regia: Rossella De Venuto
  • Genere: Drammatico
  • Paese: Italia
  • Durata: 85'
  • Data di uscita: 2014
  • Titolo originale: CONTRORA - HOUSE OF SHADOWS

Cast:

Fiona Glascott, Pietro Ragusa, Federico Castelluccio, Marcello Prayer, Bianca Nappi, Ray Lovelock, Salvatore Lazzaro

Trama:

Leonardo, pugliese che vive da anni in Irlanda, viene richiamato nella città natale dal fratello prete, Nicola: è morto lo zio Domenico, monsignore in odore di santità, e ha lasciato ai nipoti il palazzetto di famiglia. Per decidere dell'eventuale vendita della proprietà, Leonardo si reca nella città natale insieme alla moglie irlandese, Megan, un'artista affermata. Megan è felice di conoscere finalmente la famiglia di origine del marito e si innamora del palazzetto a tal punto da volervi soggiornare. Ma non sa che la lussuosa dimora è popolata da fantasmi che si aggirano per le stanze e che prediligono la controra, ovvero il momento più caldo della giornata in cui la città si spopola e, si dice, spuntano fuori i morti. Proprio la sensibilità di artista di Megan richiamerà su di sé l'attenzione dei defunti che la spingeranno a investigare il segreto gelosamente custodito dalla famiglia di Leonardo.
Rossella De Venuto, al suo debutto nel lungometraggio, si lancia in un horror dimostrando sprezzo del pericolo e originalità stilistica. Complice anche la fotografia nitida e iperrealista dell'irlandese Ciaran Tanham (giacché Controra è una coproduzione Italia-Irlanda), De Venuto mette a frutto il contrasto fra la luce accecante del sud e le ombre che si annidano non solo nelle stanze del palazzetto ma anche nei vicoli di una città arcaica popolata di "gargoyle" come la New York di Rosemary's Baby.
I cliché dell'horror ci sono tutti: la donna vulnerabile che insiste a cercare la verità, i riflessi negli specchi, l'acqua per terra, l'abbondanza di fluidi corporei, cui De Venuto aggiunge tocchi "femminili" come le gravidanze desiderate e/o interrotte. La confezione è elegante e composta, la tensione è ben amministrata e viene dato largo spazio ad un tema che travalica il genere, ovvero l'omertà del sud d'Italia, estesa ad un'intera cittadina e difesa dai legami di famiglia e dall'occultamento della Chiesa cattolica (curioso che quest'ultimo tema sia trattato da un film italo-irlandese).
Ci sono alcune implausibilità all'interno della trama, un utilizzo esagerato del commento musicale "horror" e alcuni momenti di smaccato overacting. Ma c'è anche molta cura nei dettagli d'ambiente (le scenografie sono di Sabrina Balestra, i costumi di Antonella Cannarozzi) e nel montaggio (di Cecilia Zanuso). Nell'insieme, Controra è un interessante debutto di genere e un suggestivo esempio di narrazione europea.

Mostra altro