Trama LA PARTIDA | Sky Cinema
LA PARTIDA

LA PARTIDA

94'2013Drammatico
  • Regia: Antonio Hens
  • Genere: Drammatico
  • Paese: Spagna, Cuba
  • Durata: 94'
  • Data di uscita: 2013
  • Titolo originale: LA PARTIDA

Cast:

Milton García, Reinier Díaz, Jenifer Rodríguez, Beatriz Méndez, Mirta Ibarra, Luis Alberto García, Toni Cantó, Saray Vargas, Carlos Enrique Almirante, Blanca Rosa Blanco, Jose Luis Midalgo

Trama:

Uno dei pochi film cubani che trattano il tema dell'omosessualità (l'altro è l'ormai lontano Fragola e cioccolato, 1993, di Tomás Gutiérrez Alea e Juan Carlos Tabío).
La partida è la storia d'amore fra due giocatori di calcio, Reiner e Yosvani, che devono superare l'omofobia delle loro famiglie e di una difficile società nella quale sono nati e cresciuti. Il primo, sposato, padre, con una madre a carico e con il vizio del gioco, vorrebbe seguire la sua grande passione per il calcio ma, in cerca di rapidi guadagni, decide di prostituirsi con i turisti che trova sul lungomare. Il secondo, invece, è in procinto di sposare la sua fidanzata, ma si sente fortemente attratto da Reinier, dopo un furtivo bacio che si sono scambiati in un locale notturno. Una sceneggiatura, scritta dallo stesso regista con la collaborazione di Abel González Melo, in cui si respira tutta la povertà e la disperazione cubana, il calore di certe notti nella periferia dell'Havana e il desiderio represso, intensificando, per contrasto, il sentimento amoroso, quando questo trova finalmente il modo di manifestarsi.
Buona anche la descrizione dei due protagonisti, ottimamente interpretati da García e Díaz, che incidono sulla pellicola con tutto il loro carisma, trasudato nel dramma narrato.
Altro merito è il fatto che si scivoli via da tutti i luoghi comuni più diffusi che possiamo trovare in diversi titoli LGBT dello stesso genere, cercando di comprendere le reali e sofferte limitazioni interiori di un amore che difficilmente trova respiro e, quindi, vita. La regia, senza privarsi di nulla, segue con attenzione l'azione, le particolarità di un certo ambiente sociale e una certa forma di "omosessualità", mettendo l'accento sulla solidarietà che l'amore farà emergere.
Notevole anche la fotografia che non è immune al soffocamento che viene esercitato sui personaggi e che rende gli spazi meno urbani.
La partida è stato, fra l'altro, un film accolto in maniera molto controversa in patria proprio a causa di uno dei temi trattati: il turismo sessuale nell'isola di Cuba. Un grave problema che affligge la nazione.
In più, nel cast, si sottolinea la presenza di Toni Cantó, attore spagnolo (era la Lola di Tutto su mia madre) e attuale deputato del partito UPyD di Valencia, che qui recita il ruolo di un allenatore di calcio con il quale uno dei due attori ha una scena di sesso molto esplicita. Scena che si pensò addirittura di eliminare proprio per non mettere in cattiva luce il politico neo-eletto. Su consiglio dello stesso Cantó, però, si decise comunque di tenerla.

Mostra altro