Trama BUONANOTTE AUSTRALIA | Sky Cinema
BUONANOTTE AUSTRALIA

BUONANOTTE AUSTRALIA

60'2012Documentario
Guarda il trailer
  • Regia: Pino La Face
  • Genere: Documentario
  • Paese: Italia
  • Durata: 60'
  • Data di uscita: 2012
  • Titolo originale: BUONANOTTE AUSTRALIA

Cast:

Trama:

Uomini e donne che da cinquant'anni o più vivono in Australia, partiti da un paesino della Calabria o della Sicilia, della Puglia o della Campania in cerca di lavoro, si incontrano per una festa in cui si esibirà un cantante calabrese. Le storie di chi è tornato al proprio paesino dopo un vita di fatiche, di chi ha fatto fortuna in Australia e trascorrerà lì la vecchiaia, di chi ha cercato di tenere con sé un po' del sapore della propria terra, semplicemente, continuando a suonare lo zufolo.
La difficile condizione dell'emigrante è il centro di Buonanotte Australia, documentario che non pare preoccuparsi della continenza stilistica né del rigore descrittivo, preferendo un impianto tutto giocato sul segno forte di una inequivocabile commozione. Del resto, basterebbe il tenore della colonna sonora oppure quell'indugiare sempre qualche secondo in più del dovuto sui volti di Vincenzo e Carmelo, di Cosimo o Santo per capire quanto lo scopo sia confezionare un lavoro squisitamente emotivo, quasi una ballata paesana, un video-messaggio che uomini e donne, in certo modo, divisi a metà, inviano verso la loro casa. Con il fisico in un Paese e il cuore in un altro, i personaggi intervistati, ripresi nelle loro case, a bere insieme un bicchiere di vino, a spiegare orgogliosi ciò che sono riusciti a fare soltanto con il proprio impegno, formano una comunità nella comunità, un sentire diverso che non appartiene a nessun luogo specifico: che soffochino il desiderio di rivedere la loro bella Italia oppure si decidano a tornare dopo decenni di assenza, sono legati a doppio filo al passato, al momento di una separazione dolorosa che ha coinciso con un salto nel vuoto.
Dopo essersi occupato dei calabresi emigrati in America e della comunità italiana di Toronto, rispettivamente col ciclo di cortometraggi Americalabria e con il mediometraggio Ti vedranno a Cosenza, il reggino Pino Laface orienta la sua attenzione all'Australia per un motivo legato alla sua storia personale: «L'idea di realizzare un film sugli italiani d'Australia mi venne guardando i super 8 girati da mio padre negli anni Settante durante le sue tournée. Mio padre, infatti, era in quel periodo un cantautore folk molto popolare tra le comunità italiane della lontana Australia. Gli emigranti andavano a vedere lo spettacolo e poi chiedevano di poter mandare, tramite la cinepresa, i saluti ai parenti in Italia». Forse troppo legato alle storie dei singoli protagonisti, come se la debolezza drammaturgica non riuscisse ad estendere il discorso dal particolare al generale, Buonanotte Australia non si distingue per specifici meriti artistici, ma riesce ugualmente a dare un'immagine attendibile del fenomeno. Azzeccata la scelta di mantenere la durata intorno all'ora.

Mostra altro