Trama LE BADANTI | Sky Cinema
LE BADANTI

LE BADANTI

105'2015Commedia
  • Regia: Marco Pollini
  • Genere: Commedia
  • Paese: Italia
  • Durata: 105'
  • Data di uscita: 2015
  • Titolo originale: LE BADANTI

Cast:

Pino Ammendola, Anna Jimskaya, Samantha Castillo, Alessandro Bressanello, Stella Maris, Nadiah M.Din, Giorgio Ariani, Daniela Foà, Priscilla Salerno, Fulvio Musico, Franco Bignotto, Bruno Furini, Umberto Panarotto, Cristina Chiaffoni, Silvia Garbi

Trama:

Irina, Carmen e Lola sono tre giovani extracomunitarie arrivate in Italia per costruirsi un futuro migliore. Irina è russa ed è finita a fare la lavapiatti per il suo ex fidanzato italiano; Carmen viene dall'Estremo Oriente e fa la badante di un uomo la cui moglie non sopporta la sua presenza; Lola è sudamericana e balla alle feste private di uomini ricchi e lussuriosi. Quando si presenta loro l'opportunità di lavorare come badanti presso una casa di riposo per anziani tutte e tre, in fuga da situazioni di emergenza, l'accolgono volentieri. Non sanno però che i residenti della casa di riposto hanno male interpretato il loro arrivo, identificandole come avventuriere a caccia delle loro pensioni, per le quali sarebbero pronte ad ucciderli. Da quel momento le tre badanti diventano il bersaglio degli scherzi degli anziani e devono trovare il modo di far cambiare loro idea, nel contempo salvando la casa di risposo dai progetti nefasti del suo avido direttore.
Le badanti è il lungometraggio di debutto di Marco Pollini, regista e autore che proviene dalla produzione di documentari e videoclip musicali. Purtroppo regia e scrittura risentono molto dell'impostazione televisiva, tanto che a tratti Le badanti ricorda un episodio di Villa Arzilla. La recitazione è sempre sopra le righe, le battute e gli scherzi sono spesso puerili, e la caratterizzazione degli anziani è parecchio stereotipata.
L'intenzione del regista nel costruire una storia che dà spazio a due dei segmenti demografici meno esplorati dal cinema - le lavoratrici extracomunitarie e la terza età - è lodevole, e la storia ha un certo appeal garbato e rassicurante, ma la confezione è davvero eccessivamente naif.

Mostra altro