Trama DORAEMON IL FILM: NOBITA E GLI EROI DELLO SPAZIO | Sky Cinema
DORAEMON IL FILM: NOBITA E GLI EROI DELLO SPAZIO

DORAEMON IL FILM: NOBITA E GLI EROI DELLO SPAZIO

101'2015Animazione
Guarda il trailer
  • Regia: Yoshihiro Osugi
  • Genere: Animazione
  • Paese: Giappone
  • Durata: 101'
  • Data di uscita: 2015
  • Titolo originale: DORAEMON IL FILM: NOBITA E GLI EROI DELLO SPAZIO

Cast:

Megumi Oohara, Wasabi Mizuta, Arisa Mizuki, Marina Inoue, Masachika Ichimura, Subaru Kimura, Tomokazu Seki, Yumi Kakazu, Yûji Tanaka

Trama:

Nobita scopre che gli amici-nemici Gian e Suneo stanno girando un film insieme alla graziosa Shizuka, in cui interpretano dei supereroi dello spazio. Per partecipare al film in un ruolo diverso dal mostro Nobita ricorre a Doraemon e ai suoi poteri: tutti felici e contenti, almeno finché non incontrano Aron, un alieno disperato per le sorti del suo pianeta, minacciato dai Pirati dello Spazio.
Per il 35.mo anniversario dalla prima apparizione del personaggio e il decimo dal primo film sul gatto magico, Doraemon torna su grande schermo e sbanca nuovamente il botteghino nipponico. Più di cinque milioni di dollari nel solo weekend di apertura, a riprova di un feeling che non si spezza tra pubblico e franchise. Nobita e gli eroi dello spazio è quasi una dimostrazione di forza della saga del gattone blu, imperturbabile a ogni mutamento della contemporaneità.
Benché il nuovo Doraemon attinga a piene mani dal supereroismo Marvel (Shizuka ha i poteri di Tempesta e sono molteplici i riferimenti ai Guardiani della galassia), il pattern fondamentale dell'anime rimane quello di sempre: Nobita, timido e impacciato, ha bisogno di Doraemon e dei suoi gadget insoliti per uscire dai guai e riscattarsi dai soprusi del manesco Gian e del ricco Suneo. Unico sostanziale elemento di novità il ruolo del cinema come aggregatore e fabbrica dei sogni per i bambini, di per sé rivelatore dell'effettiva età anagrafica del gattone blu. I poteri magici di Doraemon si scatenano soprattutto nella messa in scena del film di fantascienza dei ragazzi, girato da un simpatico panino-regista che ripropone tutti i cliché tradizionalmente associati al mestiere, dal megafono onnipresente al carattere irascibile e bizzoso.
Leggendo tra le righe, si può scorgere una velata riflessione sulle potenzialità del cinema do it yourself, ormai alla portata di tutti, e sull'immutato fascino del cinema "tradizionale", incarnato dal panino-regista. Fin tanto che permane l'impossibilità di distinguere chiaramente tra realtà e finzione Doraemon il film: Nobita e gli eroi dello spazio invita al sorriso: la rivelazione dell'alieno Aron, sorta di incrocio tra Topolino e un Teletubby, riporta invece il film sui binari della più classica avventura di Nobita e soci, benché in salsa spaziale, annegando il tutto nella prevedibilità più assoluta. In sostanza troppo poco di innovativo per andare al di là di un pubblico di fan immarcescibili e neofiti senza pretese.

Mostra altro